venerdì, 17 Settembre 2021

Clia: nel 2014 si punta a raggiungere quota 21 mln di crocieristi

CLIA guarda al 2014 come a un anno di potenziale crescita. La previsione di passeggeri a bordo delle 63 compagnie aderenti a CLIA nel prossimo anno è di 21,7 milioni a livello mondiale, con 6,54 milioni di passeggeri europei, secondo quanto annunciato da da Christine Duffy, presidente e ceo di CLIA a New York.
Per rispondere alla crescente domanda, le compagnie introdurranno nel biennio 2014-2015, 24 nuove navi, apportando 37.546 posti letto complessivi, con un volume di investimenti di circa 8 miliardi di dollari.
“L'industria crocieristica mondiale è in un momento eccellente, grazie al forte interesse dei consumatori nel prodotto crociera e agli investimenti delle compagnie per garantire una sempre più ampia varietà di navi in grado di raggiungere i luoghi più esotici del mondo, offrendo esperienze sempre uniche di vacanza” ha commentato Duffy.
Il numero di passeggeri stimato da CLIA per il 2013 è 21,3 milioni, un dato che già include i 6,4 milioni europei. I dati definitivi per lo scorso anno saranno resi noti al Cruise Shipping di Miami il prossimo marzo. La destinazione leader in termini di presenza delle navi rimangono i Caraibi, rappresentanti il 37,3% degli itinerari globali. Seguono Mediterraneo (18,9%), Nord Europa (11,1%), Australia / Nuova Zelanda (5,9%), Alaska (4,5% ), Asia (4,4​​%) e Sud America (3,3%).
Nel 2014, i mercati che hanno visto un ulteriore aumento della presenza di navi sono Caraibi (+12%), Nord Europa (+5,2%), Asia (+31,6%) e Australia (22%). A livello globale, la flotta CLIA 2014 è composta da 410 navi, in crescita rispetto alle 393 dell'anno scorso. Dodici nuove navi CLIA per il triennio 2016-2018 rappresentano un ulteriore aumento di capacità di 33.192 posti e un investimento stimato in ulteriori 7,9 miliardi dollari nello sviluppo della flotta.
Tra le novità per il 2014 in seno a Clia, l'avvio dell'operatività di Clia Italia oltre alla costituzione di un Comitato Globale Porti Clia composto da dirigenti delle compagnie con competenze di pianificazione degli itinerari e sviluppo portuale, presieduto da Giora Israele, senior vice president di Carnival Corporation per lo Sviluppo di porti e destinazioni. Il comitato si concentrerà sulla creazione di opportunità per sviluppare il dialogo con gli operatori portuali, le autorità portuali, i governi locali ed i fornitori di servizi portuali su tematiche di reciproco interesse.

News Correlate