sabato, 27 Febbraio 2021

4,5 mld per il turismo invernale, Governo al lavoro su Dl ristori 5

Nonostante la crisi, il governo mostra di procedere spedito sui dossier più urgenti, dal piano per i fondi Ue al nuovo decreto Ristori che dovrebbe vedere la luce, però, solo la prossima settimana. In discussione anche 4 miliardi e mezzo per gli aiuti a sci e montagna, con la stagione ferma e sempre più concreto il rischio che non si riparta per niente.

Non a caso il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri, nella lettera in cui spiega ai commissari Valdis Dombrovsis e Paolo Gentiloni le ragioni della nuova deviazione sui conti pubblici – solo per il 2021 – chiarisce che un intervento così corposo è stato pensato proprio per avere fieno sufficiente in cascina se la stretta anti-Covid che al momento è prevista fino a metà febbraio si dovesse protrarre anche in primavera.

Su input della Lombardia è arrivata al Governo la domanda per la costituzione di un Fondo per gli operatori economici del settore del turismo invernale legato alle stazioni sciistiche e ulteriori interventi una tantum a compensazione del mancato reddito per i lavoratori dello stesso settore.

Ma Gualtieri parla anche della possibilità di prolungare la cassa Covid “fino all’autunno se necessario”. L’ipotesi sul tavolo è quella di altre 26 settimane di cassa gratuita ma ‘selettiva’, per i settori più in difficoltà dei servizi, mentre per le altre attività ci potrebbe essere una proroga breve. Insieme alla Cig, annuncia intanto il viceministro M5S Laura Castelli, arriverà il rifinanziamento anche per le “indennità degli stagionali” e per i “congedi parentali”.

News Correlate