sabato, 19 Settembre 2020

A Fiumicino passeggeri senza bagagli per sciopero Aviapartner

I colleghi di Giorgio Monti, morto in un incidente ieri sera, hanno fermato la consegna dei bagagli

Caos a Fiumicino davanti ai nastri per la riconsegna bagagli nella hall arrivi per alemno 2 mila passeggeri. Dopo l'incidente di ieri in cui è rimasto ucciso un dipendente di Aviapartner, i sindacati del trasporto aereo Filt-Cisl, Filt-Cgil, Uiltrasporti, Ugl e Cub Trasporti hanno proclamato uno sciopero di 4 ore: dalle 13 alle 15 e dalle 17 alle 19 di oggi. "L'esasperata concorrenza, tutta giocata sul contenimento dei costi – denunciano le sigle sindacali – è tra le cause principali di una degenerazione generale delle attività di handling sullo scalo di Fiumicino, hub Italia, sesto aeroporto in Europa. Non è più rinviabile – conclude il documento – una discussione seria e risolutiva su Fiumicino, sulle attività e le condizioni dei servizi e lavoro".
Con il passare del tempo molti viaggiatori cercano di riposarsi sedendosi sul bordo dei nastri, ormai inattivi per la mancanza dei colli, altri per terra. Passeggeri alle prese con i bagagli che non arrivano e inevitabilmente scoppiano le polemiche. Da parte sua Aviapartner distribuisce fogli per la "denuncia del bagaglio smarrito" a tutti i passeggeri coinvolti. "In questo modo – viene spiegato – la valigia, una volta recuperata, verrà spedita direttamente a casa".
Intanto British Airways ha cancellato due voli in arrivo e in partenza per Londra nel pomeriggio (BA 559 e 557), mentre quelli delle 15 e delle 15,15 diretti nella capitale inglese ripartiranno da Ciampino dove verranno fatti atterrare. I passeggeri, dopo il check-in al Leonardo da Vinci, saranno trasferiti in bus nel secondo scalo della capitale. I passeggeri coinvolti nei disagi si fanno sentire anche con Tweeter: un viaggiatore partito con Alitalia per Londra (AZ 204) segnala che l'aereo non ha imbarcato i bagagli.
Giorgio Monti è morto in un incidente avvenuto sottobordo dell'aereo Tap Air Portugal giunto da Lisbona. Ancora sconosciuta l'esatta dinamica mentre la Polizia giudiziaria dell'aeroporto, coordinata dalla Procura della Repubblica di Civitavecchia, sta portando avanti le indagini. A quanto pare, l'operaio sarebbe rimasto schiacciato tra il carrello elevatore e il portellone posteriore dell'aeromobile. I passeggeri non si sarebbero accorti di nulla.

News Correlate