venerdì, 20 Maggio 2022

Basta zona rossa, le richieste delle Regioni per non chiudere più

In zona rossa come in quella bianca, eliminando il sistema dei colori. Ma anche una semplificazione delle norme anti-Covid su quarantene, scuola e trasporti. La richiesta arriva dai governatori e potrebbe essere discusse nella prossima Conferenza delle Regioni.

“L’obiettivo – spiegano fonti delle Regioni – è garantire la massima possibilità di spostamento e la tutela delle attività economiche, evitando chiusure. Ed è una valutazione fatta alla luce dell’introduzione del Super Green pass nei diversi ambiti della vita sociale e lavorativa”.

Si punta quindi a riavviare l’ennesima interlocuzione con il Governo alla luce di una possibile ridiscesa della curva prevista entro le prossime due settimane. Resterebbero comunque da stabilire i tempi di un simile provvedimento e, se il sistema dei colori dovesse effettivamente essere azzerato, cambierebbe in ogni fascia di colere la percentuale di capienza sui mezzi di trasporto pubblico mentre in zona arancione cadrebbe il divieto di spostamento tra Comuni per chi non ha il certificato verde rafforzato. Il cambiamento radicale riguarderebbe però la zona rossa, dove in tal caso gli spostamenti sarebbero possibili ovunque e tutte le attività economiche resterebbero regolarmente aperte (tranne le discoteche, al momento chiuse ovunque) per chi ha il Super Pass.

Oltre alla richiesta di alzare all’80% la capienza su bus e treni locali anche in zona arancione, invece dell’attuale 50%, sul piatto c’è anche l’eliminazione della quarantena, prevedendo solo auto-sorveglianza per quelle persone positive al Covid ma asintomatiche che hanno fatto la dose booster o, in alternativa, in questi casi imporre una quarantena di soli cinque giorni. L’ipotesi è anche di togliere l’obbligo del test al termine dei cinque giorni di auto-sorveglianza, per coloro che hanno avuto un contatto stretto con un positivo. Un’altra richiesta, che arriva dal Lazio, è quella di evitare di sospendere il Green pass ai positivi asintomatici con dose booster.

In Emilia Romagna invece partirà mercoledì prossimo la piattaforma di autotest per certificare la positività al virus e cominciare l’isolamento. E nei giorni successivi il sistema includerà anche l’autocertificazione della guarigione e quindi il protocollo che indica la fine dell’isolamento. Questa possibilità sarà riservata ai vaccinati con la dose booster.

News Correlate