Da Costa Rica a Cambogia, i Millennials e quella voglia di ‘scollegarsi’

Socialità, Trasparenza, Immediatezza, Libertà, Esperienza. Sono i 5 elementi che cercano in un viaggio o una vacanza i Millennials, la generazione che va dai 23 e i 36 anni. In Italia rappresentano l’11,2%, ma influenzano e continueranno a farlo sempre di più i comportamenti e le attitudini delle altre generazioni, quelle precedenti e quelle successive.

Per questo l’industria del turismo li studia e tiene d’occhio con particolare attenzione e a loro è stato dedicato un convegno alla Bit ‘The new sharing experience: le nuove frontiere del viaggio’. Dai dati emerge che il 77% degli under 30 italiani è intenzionato a investire denaro in un’esperienza/acquisto di quelle che si fanno una volta sola nella vita. Il viaggio infatti non è apparenza ma è uno stile di vita, un viaggio esperienziale: si ricerca l’autenticità e l’esclusività che arricchiscono il viaggiatore.

E questi ragazzi nati nell’era digitale e che sembrano non poter fare a meno di internet o smartphone riservano anche un’altra sorpresa. Il 72% di loro è preoccupato che la tecnologia lo distragga dal vivere come vogliono il loro viaggio e quindi sono pronti a ‘scollegarsi’ prendendosi una pausa dalle proprie vite digitali. Diventare ‘irraggiungibili’ anche solo per poche settimane, rappresenta un lusso vero e proprio. I tour operator si organizzano quindi con proposte pensate per loro. Dal trekking sulle cime del vulcano Tenorio in Costa Rica ai picnic tra i templi di Angkor in Cambogia, ma anche escursioni in bicicletta e a cavallo in Indonesia alternate con cooking lesson in case private oppure kayaking, mountain biking e rock climbing in Laos.

News Correlate