Franceschini, la sfida è governare i flussi per evitare overtourism

Governare i flussi di turisti per evitare che si concentrino in poche città. Questa la sfida indicata dal ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini intervenendo agli Stati generali della cultura in Campania. “Il turismo – ha detto Franceschini – crescerà ancora nel mondo in modo ineludibile e con numeri importanti. Crescerà anche il numero dei turisti che arriverà in Italia e che andranno distribuiti su tutto il Paese per evitare problemi di sovraccarico in alcune città. Per fare questo ci vogliono risorse – ha aggiunto il ministro – mezzi, ma soprattutto mettere al centro delle scelte della politica gli investimenti nel campo della cultura. Bisogna capire che l’investimento culturale comporta benefici anche all’economia e a tutti gli altri settori”.

Quindi Franceschini ha parlato di Pompei. “Fino a cinque anni fa era conosciuta per i crolli e per le file che facevano i turisti a causa di qualche sciopero improvviso. Oggi è un modello per il mondo intero anche per quanto concerne l’utilizzo dei fondi Ue. Tutto è possibile – ha concluso il ministro – se si crede nella bontà dell’investimento culturale. Bisogna investire in questa battaglia, perché il futuro si crea sulla bellezza”.

News Correlate