lunedì, 17 Gennaio 2022

Il covid in crociera, 150 positivi sulla Msc Grandiosa

L’allarme Omicron sbarca pure sulla navi da crociera di tutto il mondo: le autorità sanitarie Usa per esempio hanno elevato da 3 a 4 il livello di avviso sanitario. Alle Bahamas sbarchi vietati. La Royal Caribbean allestisce navi-quarantena. Monitorate, secondo il Centers for Disease Control and Prevention, 60 navi da crociera a causa di alcuni casi di Covid a bordo. Le isole caraibiche di Curaçao e Aruba, nelle Antille olandesi, hanno vietato l’attracco.

E a Genova ieri è attraccata la Msc Grandiosa, proveniente da Marsiglia, con cinquemila passeggeri di cui 150 sono risultati positivi dopo aver effettuato i tamponi a bordo, secondo il protocollo sanitario di cui si è dotata la compagnia di navigazione. Le persone risultate positive, “la maggior parte asintomatiche” scrive Msc in una nota, sono state confinate nelle rispettive cabine mentre il responsabile medico della nave ha contattato la Sanità marittima per informarla di quanto avvenuto.

Una riunione tra Usmaf, compagnia armatrice, Protezione civile Liguria e Capitaneria di porto ha portato alla redazione del piano di evacuazione dei turisti risultati postivi: i crocieristi italiani residenti nel Nord Italia sbarcano a Genova per essere trasferiti su mezzi appositi alle loro residenze mentre i turisti residenti nel Centro-Sud sbarcano a Civitavecchia. I cittadini stranieri risultati Covid-positivi, una dozzina circa, vengono ospitati in una residenza protetta a Genova e in una rsa del basso Piemonte. Tutti i trasferimenti sono stati curati dalla società armatrice che, ricorda, ha attuato il ‘Protocollo di sicurezza e salute’ di cui si è dotata “a efficace tutela di tutti i passeggeri, dell’equipaggio e dei territori visitati dalle nostre navi”.

News Correlate