mercoledì, 3 Marzo 2021

Spostamenti tra regioni, si va verso la proroga al 5 marzo?

Si fa sempre più probabile l’ipotesi di prolungare almeno sino al 5 marzo lo stop agli spostamenti tra regioni. Il provvedimento, atteso soprattutto dai gestori degli impianti sciistici, sarà tra i primi atti del nuovo Governo Draghi che potrebbe insediarsi entro sabato ma nel caso in cui i tempi dovessero ulteriormente allungarsi, l’esecutivo uscente potrebbe anche intervenire in extremis. La campagna di vaccinazioni è ancora alla fase iniziale e il rischio varianti del coronavirus rende la situazione nuovamente allarmante e pare improbabile che si decida proprio ora di far decadere il provvedimento in vigore dallo scorso 21 dicembre.

Molto più credibile che il blocco proseguirà fino al 5 marzo. Data in cui scadrà l’insieme di misure adottate dal governo Conte che dovranno essere tutte rivalutate dal nuovo esecutivo. La scelta della proroga però è quasi certa. E dipende in gran parte dall’evoluzione del contagio, che venerdì 12 febbraio sarà aggiornata. Sulla base dei nuovi dati e delle nuove valutazioni della Cabina di regia del Ministero della Salute si deciderà il da farsi. Ma le varianti colpiscono in maniera particolarmente forte, sia in Umbria e in Abruzzo, sia in Liguria e in Sicilia dove sono state scoperte da poco. La grande preoccupazione è quindi quella che rimuovendo il divieto di spostamento, venga data una spinta alla circolazione del virus complicando la situazione epidemiologica.

News Correlate