giovedì, 15 Aprile 2021

Turisti a Fiumicino: sì a test e quarantena pur di partire per pasqua

Primi accenni di partenze dall’aeroporto di Fiumicino per le vacanze pasquali in Paesi Ue tra tamponi (prima e dopo il viaggio) e quarantena di 5 giorni al rientro, così come prevede la nuova ordinanza del ministro della Salute, Roberto Speranza, in vigore fino al 6 aprile.

“Stiamo partendo per le Canarie. Staremo lì una settimana. Facciamo questo viaggio per ‘evadere’ da questa situazione, per rilassarci un po’ e poi – dice Letizia, studentessa ventitreenne di Roma – bisogna pur aiutare in qualche modo il turismo. Pur di partire, ci siamo quindi sottoposti volentieri all’iter da seguire secondo l’ordinanza del Ministero della Salute. Del resto – aggiunge – è un viaggio che avremmo dovuto fare già lo scorso anno ma che poi, per via delle ferree restrizioni, è saltato. Quest’anno è invece possibile e noi, con tutte le cautele del caso, siamo ben lieti di farlo”.

“Vado con il mio ragazzo a Meteora, in Grecia. Lui – dice Marina, trentenne di Roma – è greco ed è da oltre un anno che non vede i suoi genitori. Abbiamo quindi pensato che poteva essere questa un’occasione per andare a trovarli. Ieri – aggiunge – abbiamo fatto il test così come richiesto per partire oggi. La quarantena di cinque giorni al rientro non ci complica più di tanto le cose, visto che lavoro da remoto e poi la voglia di rivedere chi amiamo laggiù è tanta ed è pertanto bello passare con loro le vacanze di Pasqua”.

“Vado alle Baleari, a Palma di Maiorca – racconta Anna – Starò lì fino a lunedì di Pasqua. Nell’isola non c’è la zona rossa e i ristoranti sono aperti. C’è un po’ più di libertà e quindi ne approfitto. La profilassi da seguire non mi ha scoraggiata. La seguo volentieri anche perché lì c’è il ‘cuore’, c’è il mio ragazzo: avrei fatto qualunque cosa pur di rivederlo”.

News Correlate