sabato, 13 Agosto 2022

5 consigli per una vacanza all’insegna del risparmio

Saranno 11 milioni in più rispetto all’anno scorso, gli italiani che si concederanno una vacanza estiva nel 2021. Ad attestarlo, l’ultima survey ‘Gli italiani e le vacanze della ripartenza’ realizzata da italiani.coop, lo strumento di ricerca e analisi di Coop, per Robintur Travel Group. Per 7 italiani su 10, seppure ancora con mascherina in valigia, quest’anno i soggiorni previsti saranno all’insegna della sicurezza e fatti di ricerca di relax e tranquillità. A disincentivare gli altri italiani a partire in questa estate 2021, riaffiora lo spauracchio della crisi economica che condiziona la scelta di concedersi una pausa; infatti, secondo l’indagine di Coop, tra le prime motivazioni per cui il 27% del campione dichiara di non partire vi è  la necessità di risparmiare.

“Prenotare la tanto agognata vacanza estiva quest’anno, post lockdown, per molti italiani risulta un’impresa economicamente ardua, se non addirittura proibitiva. Spesso, però, invece di abbandonare l’idea di concedersi un break dalla routine quotidiana, è sufficiente compiere scelte oculate e attuare semplici strategie per permettere a tutti, giovani e famiglie, di rilassarsi senza pensieri sotto l’ombrellone”, afferma Gianluca Sidoti, consulente finanziario indipendente e CEO di The Wealth Company International.

Sidoti ha stilato una serie di accorgimenti e semplici strategie, per concedersi la tanto attesa e agognata vacanza risparmiando e riuscendo a godersi le ferie nel migliore dei modi possibili.

  1. Niente cambio di denaro, né prima della partenza, né dopo, né tantomeno negli aeroporti. Il motivo è che le banche e ancora di più gli uffici di cambio applicano delle commissioni elevatissime. Il suggerimento è quello di utilizzare il più possibile i pagamenti con carta quando si è all’estero e prelevare direttamente all’arrivo nella destinazione il denaro contante ‘di sicurezza’, giusto nel caso in cui qualche esercente non ci accetti la carta.

Esistono comunque alcune soluzioni vantaggiose per viaggiatori come Revolut, Monese, N26, carte prepagate che applicano il tasso di cambio interbancario, quindi non applicano commissioni.

  1. Attenersi al budget. Si può fare un piano di spesa organizzando i vari spostamenti in vacanza in anticipo, prima di partire, almeno in linea di massima. Le carte prepagate, poi, hanno una funzione di tracking molto utile che permette agli utenti di tenere monitorate le spese man mano che vengono fatte; infine, essendo prepagate, si evita di spendere più del dovuto.
  2. Assicurazione. In vacanza ci si augura sempre che non succeda alcun incidente. Nel dubbio, però, è preferibile essere assicurati e confrontare i costi e i massimali previsti dalle varie polizze per capire cosa è conveniente fare. Con alcune carte si può avere, a partire da meno di una decina di euro al mese, un’assicurazione medica privata e internazionale, che non vale solo quando si è fuori dall’Italia, ma copre anche le spese mediche nel nostro Paese (ad esempio, rimborsa fino a 50€ al giorno per ogni giorno che si è ospedalizzati). Insomma, una vera e propria assicurazione sanitaria privata.
  3. Rimborso tasse. Quasi nessuno lo sa, ma quando si viaggia all’estero è possibile, nella stragrande maggioranza dei casi, farsi rimborsare l’IVA. Il Tax Free Shopping è una modalità di acquisto che consente ai viaggiatori di recuperare, passando attraverso la dogana, l’IVA pagata sugli acquisti effettuati nel Paese visitato. Dei 130 Stati al mondo che applicano l’IVA, una cinquantina permettono il rimborso: tra questi Australia, Argentina, Corea, Islanda, Libano, Liechtenstein, Norvegia, Singapore, Sudafrica, Svizzera, Thailandia, Turchia e Giordania.
  4. Pianificare un budget per il prossimo anno. Molte famiglie sono convinte di non riuscire a permettersi qualche giorno di relax fuori. Ma l’importante è saper pianificare in tempo. Innanzitutto si stabilisce un budget per le vacanze della famiglia. Quel budget va poi suddiviso in una cifra da mettere da parte ogni mese, ogni settimana, fino ad arrivare a ogni giorno. Anche in questo caso la tecnologia ci aiuta. Molti conti correnti offrono la funzione ‘salvadanaio’, che permettono di impostare un budget periodico da prelevare dal conto e mettere in uno speciale salvadanaio digitale.

News Correlate