Saturday, 14 December 2019

Ciset: quasi 40 mld la spesa dei turisti stranieri in Italia, a +7,7%

I visitatori internazionali giunti in Italia nel 2017 hanno speso 39,1 miliardi di euro, quasi 3 miliardi in più (+7,7%) dell’anno precedente (36,4 miliardi). Sono stati però in aumento anche i consumi dei turisti italiani all’estero, 24,5 miliardi, contro il 22,5 del 2016. Cifre che vedono il saldo netto della bilancia turistica in Italia positivo per 14,6 miliardi, in crescita del 5,7% sul 2016 (13,8 miliardi). E’ il quadro che è emerso dalla 28/a conferenza “L’Italia e il turismo internazionale. Risultati e tendenze per incoming e outgoing nel 2017”, organizzata oggi da Ciset a Venezia. L’evento rappresenta ormai un appuntamento consolidato per gli operatori del settore, per discutere l’evoluzione dell’Italia come meta turistica mondiale e sulle caratteristiche e il comportamento di vacanza degli Italiani che viaggiano all’estero.

“I dati sul turismo straniero in Italia sono molto positivi. Di fronte a un settore economico crescente come questo, dunque, ritengo che sia il momento buono per fare le riforme necessarie”, ha affermato Francesco Palumbo, direttore generale turismo del Mibact, che ha poi approfondito la tematica dei grandi attrattori: “Lazio e Veneto, con Roma e Venezia, restano le due regioni più importanti, ricordando anche che le prime cinque regioni turistiche d’Italia totalizzano oltre il 60% del turismo internazionale nel nostro Paese. Adesso bisogna capire che non ci interessa aumentare i numeri, ma la qualità dei turisti, che devono essere meno occasionali e più persone che vengono per fare un’esperienza e vogliono vivere ‘all’italiana’. Questo diminuirebbe l’impatto del turismo e permetterebbe di gestire meglio i flussi, tra grandi attrattori e territori limitrofi”.

News Correlate