mercoledì, 2 Dicembre 2020

Federviaggio: nel 2014 stranieri a +2% ma crollano i flussi italiani

Contrariamente alle attese, nel 2014 la presenza di turisti stranieri in Italia è cresciuta solo del 2%. “Una crescita moderata e inferiore rispetto alle attese” secondo il direttore nazionale di Federviaggio, Francesco Sottosanti, che ha illustrato alcuni dati a BizTravel Forum.    

E come se non bastasse il turismo degli italiani in Italia è calato, soprattutto le presenze balneari. “Secondo dati del Codacons – ha precisato Sottosanti – è stato del -30% per la passata stagione estiva rispetto al 2013″.

La spesa per i viaggi degli italiani che vanno all’estero “nel 2014 è invece calata del 7-8% rispetto allo scorso anno – ha aggiunto – soprattutto a causa delle crisi politiche e militari avvenute in Egitto e negli ultimi mesi in Israele, mete classiche per il turismo italiano”.

Nonostante il dato negativo ci sono mete, come il Mozambico, Cuba e i Caraibi, che hanno visto degli incrementi anche se si parla di piccoli flussi di turisti.  

Per il 2015 “le previsioni sull’arrivo di turisti stranieri in Italia sono cautamente ottimistiche – ha concluso Sottosanti – anche perché ci attende Expo 2015 per cui è previsto l’arrivo di 7/8 milioni di stranieri. Noi pensiamo che il 40% di questi potrebbe rappresentare un incremento rispetto al flusso abituale, si parla quindi di circa 2/3 milioni di turisti stranieri in più”.

News Correlate