sabato, 18 Settembre 2021

Oltre 1 mld turisti nel 2013, Europa al top

Nel 2013 hanno viaggiato nel mondo 52 milioni di persone in più rispetto all'anno precedente. Gli arrivi internazionali, infatti, sono cresciuti fino a 1,087 miliardi di persone con un aumento del 5%, secondo l'ultimo barometro dell' Organizzazione Mondiale del Turismo (Omt), presentato a Madrid dal segretario generale della Omt, Taleb Rifai. E le prospettive restano rosee, dato che per l'anno da poco cominciato si prevede una crescita fra il 4% e il 5%, superiore alle prospettive a lungo termine esistenti.   
A far registrare le migliori performance le destinazioni di Asia e Pacifico (+6%), di Africa (+6%) e dell'Europa (+5), con aumenti considerevoli dei flussi turistici nelle regioni del Sudest asiatico (+10%), dell'Europa centrale e dell'Est (+7%), di quella meridionale e mediterranea (+6%) e del Nord Africa (+6%).   
"Il 2013 è stato un anno eccellente per il turismo internazionale – ha rilevato Taleb Rifai – di fatto il turismo è stato uno dei pochi settori che ha portato buone notizie a molte economie".
I risultati positivi e la ripresa economica mondiale prevista per il 2014 aprono un panorama ottimista per un altro anno di buoni risultati. Per cui la Omt "esorta i governi nazionali a continuare a formulare strategie di appoggio al settore, e onorare gli impegni per una crescita giusta e sostenibile", ha osservato Rifai.   
L'Europa è il continente che ha registrato un maggiore numero di arrivi internazionali, con 29 milioni di turisti in più rispetto al 2012, fino a un totale di 563 milioni. La crescita del 5% è il doppio della media del 2,5% registrata nel continente fra il 2005 e il 2012. Si tratta, come sottolineano alla Omt, di un dato particolarmente rilevante, tenuto conto della situazione economica della regione. E l'Europa meridionale e mediterranea, assieme a quella centrale e dell'Est, si sono distaccate come due delle regioni preferite dai turista internazionali, rispettivamente con una crescita del 6% e del 7%.    
Sono 248 milioni i turisti registrati in Asia e Pacifico (+6%); 169 nelle Americhe (+4%); 56 in Africa e in Nord Africa (+6%), con un aumento del 5% dei turisti nelle destinazioni subsahariane; mentre il Medio Oriente, con 52 milioni di arrivi, ha registrato risultati pari all'anno precedente che risentono dell'instabilità dell'area. Fra i 10 paesi di provenienza dei flussi turistici, distaccano la Russia e la Cina.

 

News Correlate