giovedì, 30 Maggio 2024

L’estate ungherese è all’insegna di sapori e tradizioni

Le temperature calde in Ungheria rappresentano un’ottima opportunità di festa e condivisione nelle strade del Paese. Tra luglio e agosto, l’estate ungherese celebra le grandi tradizioni gastronomiche, gli eventi culturali e i famosi festival del vino. Le manifestazioni, oltre ad attirare migliaia di turisti, offrono a tutti l’opportunità per rilassarsi e godere della spensieratezza che contraddistingue il periodo estivo.

I festival nel cuore dell’Europa Centrale sono innumerevoli, alcuni sono imperdibili e regalano al turista l’occasione per vivere le migliori esperienze enogastronomiche del Paese e per lasciarsi avvolgere dall’atmosfera allegra degli spettacoli e dei programmi culturali, nonché dei mercatini artigianali e della musica.

Eventi gastronomici
Badacsony Wine Festival: in una delle più antiche e grandi regioni vinicole dell’Ungheria e roccaforte dei vini del Balaton, va in scena il Badacsony Wine Festival. Dal 14 al 30 luglio, la città apre le sue cantine, accogliendo gli ospiti in una vera e propria festa del vino e della tradizione locale.
Paloznak Jazz Picnic: Paloznak, un villaggio da cartolina di 500 abitanti sul Lago Balaton settentrionale, per tre giorni si trasforma nella capitale del jazz. Dal 3 al 5 agosto, dalle prime ora del mattino fino a quando le stelle fanno la loro comparsa, i visitatori possono camminare per le strade del paese ed essere coinvolti nelle celebrazioni dei suoi prodotti enogastronomici, della musica popolare e avere la possibilità di conoscere gli artigiani locali che diffondono l’importanza della sostenibilità e della qualità delle materie prime.
Hévíz Wine and Gastro Promenade: per celebrare l’estate, dal 17 al 20 agosto, i profumi della cucina ungherese avvolgono le strade di Hévíz; le spezie, con il famoso pollo alla paprika, i formaggi e le salsicce tipici, le marmellate artigianali, il goulash e il lángos, simbolo dello street food del Paese. L’arte gastronomica è accompagnata da ottimi vini, programmi di intrattenimento per bambini, ed esibizioni dal vivo di artisti e musicisti locali e internazionali.
Downtown Beer Festival: a conclusione della bella stagione, il cuore pulsante dell’Ungheria ospita un grande evento per celebrare i migliori birrifici locali e selezioni internazionali che presentano più di 250 specialità artigianali. Per sei giorni, dal 29 agosto al 3 settembre, Budapest saluta l’estate con serate vivaci, birra dorata e ghiacciata, stand per gustare i migliori piatti della città e musica dal vivo.

Eventi culturali
Margaret Island Summer Festival: per tutta l’estate, uno dei più famosi palcoscenici e luoghi di spettacolo all’aperto del Paese, accoglie i visitatori nazionali e internazionali con vari concerti musicali, prime di film, opere, balletti. Margaret Island è conosciuta per le sue ricchezze storiche, ecclesiastiche e naturali, come la monumentale torre dell’acqua che offre ai giovani artisti emergenti l’opportunità di esporre i propri lavori.

Valley of Arts: Művészetek Völgye, o la Valle delle Arti, è un festival di dieci giorni dedicato a tutte le arti, dove i visitatori possono far parte di una vera e propria comunità creativa nella splendida cornice del Lago Balaton e delle Highlands. Dal 21 al 30 luglio, la celebrazione trasforma le strade, le case e i giardini di tre villaggi (Kapolcs, Taligándörögd e Vigántpetend) nelle sedi di concerti, gallerie, teatri e centri di artigianato.
Il Festival delle Arti popolari: ogni estate, Budapest ospita una speciale festa dell’artigianato, il Festival delle Arti Popolari, l’evento per famiglie più atteso dell’anno, dove i visitatori possono ammirare i manufatti degli artigiani e provarli personalmente. Quest’anno, dal 18 al 20 agosto, la celebrazione vedrà la partecipazione di quasi 1.000 artigiani e centinaia di artisti che saliranno sul palco per intrattenere i partecipanti con dimostrazione di creazioni di artigianato, ristorazione e spettacoli folkloristici. Inoltre, quest’anno l’ospite d’onore è la Repubblica di Corea, per cui gli esperti del Paese faranno conoscere ai visitatori la calligrafia, la pittura dei templi e quella popolare, il patchwork coreano, la pirografia, la ceramica e la tessitura della carta.

News Correlate