TESTMSL

Nel 2018 fatturato di 3 miliardi per il mercato immobiliare alberghiero

Nel 2018 il mercato immobiliare alberghiero italiano ha fatturato 3 miliardi di euro di immobili scambiati con contratti di vendita o locazione, con un incremento del 9%, rispetto all’anno precedente. Emerge dal ‘Rapporto 2019 sul mercato immobiliare alberghiero’, presentato all’Hospitality Forum 2019, organizzato a Milano da Scenari Immobiliari in collaborazione con Castello Sgr.

È aumentata la propensione per l’investimento nel settore da parte di investitori istituzionali e le previsioni per il 2019 sono di un ulteriore aumento del fatturato che raggiungerà un ammontare complessivo di 3,4 miliardi di euro.

A livello europeo nel 2018 il mercato immobiliare alberghiero ha visto un capitale movimentato nelle transazioni di oltre 24 miliardi (+3,9% sul 2017), considerando anche le acquisizioni di gruppi e società con sottostante asset che hanno contraddistinto il comparto. Nel complesso sono passate di mano oltre 200.000 camere. Sono state particolarmente attive le società di privati equity (circa il 21% degli investimenti), seguite dagli investitori istituzionali (17%), dagli operatori alberghieri (11%) e dal Reit (9%).

“Il mercato italiano della ricettività – ha commentato Clara Garibello, direttore di ricerca di Scenari Immobiliari – è fucina di proposte legate a specificità del territorio, paesaggio, arte, storicità del luogo, gastronomia, design”.

Per Giampiero Schiavo, ad di Castello Sgr, “la crescita del mercato alberghiero italiano è una notizia molto positiva non solo per gli operatori, ma anche per l’indotto che il turismo crea per l’occupazione e per l’economia nazionale”.

News Correlate