sabato, 4 Dicembre 2021

Bosnia, anche neoministro cultura conferma Italia primo partner

Ha dedicato il suo primo incontro ufficiale all’Italia il neo-ministro della Cultura di Sarajevo, Samer Residat. “Mi pare un gesto che parla da solo – ha commentato l’ambasciatore d’Italia Ruggero Corrias al termine dell’incontro con il neoinsediato ministro – ho colto in Residat un forte dinamismo e la volontà di impegnarsi, seguendo la strada avviata dal suo predecessore. L’Italia è pronta a lavorare con lui e confida in questa promessa di continuità”.

Corrias e il ministro Residat hanno passato in rassegna i progetti di collaborazione realizzati con successo nel corso dell’ultimo anno e si sono soffermati sulle nuove iniziative in programma per il 2015, a cominciare dal concerto della Filarmonica de La Scala di Milano per i 20 anni di pace in Bosnia, che si terrà il 12 luglio al Teatro Nazionale di Sarajevo.

Al centro del colloquio, inoltre, la Collezione Ars Aevi, riaperta grazie all’Accordo di rifinanziamento firmato dai ministri della Cultura e dello Sport del Cantone di Sarajevo e della Federazione BiH e dal Sindaco della Città di Sarajevo lo scorso 30 gennaio. Al riguardo, Residat ha tenuto a sottolineare la continuità dell’impegno del Cantone a sostegno del progetto Ars Aevi e del suo sviluppo.  

News Correlate