lunedì, 18 Gennaio 2021

Delegazione britannica a Il Cairo per riprendere i voli a Sharm

Con l’obiettivo di far tornare gli aerei britannici a volare su Sharm El-Sheikh il più presto possibile, una delegazione governativa britannica di esperti di trasporto aereo e di lotta al terrorismo ha visitato Il Cairo. La delegazione ha recato con sé un messaggio del Primo Ministro David Cameron che testimonia l’impegno del Paese a collaborare attivamente, con urgenza e in dettaglio con le autorità egiziane per consentire il ritorno alla normalità dei voli. È stata espressa soddisfazione per la stretta e professionale collaborazione con le autorità egiziane nel corso delle ultime due settimane per garantire la sicurezza dei passeggeri in partenza da Sharm el-Sheikh.

“La Gran Bretagna – ha sottolineato l’ambasciatore britannico John Casson – è stata la prima ad attivarsi per risolvere i problemi di sicurezza all’aeroporto di Sharm el Sheikh e vogliamo essere i primi a trovare le soluzioni per ripristinare voli normali il più presto possibile. I nostri colloqui hanno dimostrato progressi molto incoraggianti, con analisi condivise, comune impegno per un rapido progresso e idee condivise sulla via da seguire. Abbiamo ora una solida base per concordare un piano di azione comune nei giorni a venire allo scopo di riprendere i voli il più presto possibile.
Una forte economia egiziana, con una forte industria del turismo, nel cuore strategico di questa regione chiave, rappresenta un interesse nazionale per la Gran Bretagna. I recenti avvenimenti hanno dimostrato che ogni paese deve fare tutto il possibile per proteggere i propri cittadini. La Gran Bretagna lo farà. Ma non dobbiamo permettere a nulla di separare la Gran Bretagna e l’Egitto o di minare la nostra partnership a lungo termine per quanto riguarda l’economia e la sicurezza”.

 

News Correlate