giovedì, 5 Agosto 2021

Dopo Phuket anche Koh Samui è pronta ad accogliere nuovamente i turisti

La Thailandia avanza come da programma nel suo percorso di riapertura ai turisti vaccinati. Dopo Phuket – ritornata ad accogliere il turismo internazionale dallo scorso 1° luglio dopo essere stata scelta come prima destinazione a testare i protocolli definiti dal governo thailandese e da Tourism Authority of Thailand -, torna alla sua nuova normalità anche Koh Samui che si apre ai turisti internazionali che abbiano completatato il proprio percorso vaccinale da almeno 14 giorni. Il protocollo di accesso a Koh Samui è sovrapponibile a quanto determinato in precedenza per Phuket e rimarrà tale anche per le prossime tappe di riapertura.
A partire dal 15 luglio 2021, il programma “Samui Plus” coprirà aree e percorsi specifici nelle tre isole di Ko Samui, Ko Phangan e Ko Tao nella provincia di Surat Thani. Per garantire ai visitatori le migliori condizioni di visita possibili nell’ambito del programma Samui Plus, è bene riepilogare gli ultimi aggiornamenti sulla riapertura e le linee guida da osservare dal giorno della partenza sino alla fine del viaggio.

  1. Il consiglio principale è evitare aree a rischio o luoghi affollati nei 14 giorni precedenti la data del viaggio per la Thailandia.
  2. I viaggiatori devono essere completamente vaccinati ed essere in possesso di un certificato che comprovi la vaccinazione completa contro il Covid-19 (da 14 giorni a 1 anno prima della data del viaggio) con un vaccino approvato dall’Organizzazione mondiale della sanità (OMS). (Vaccini approvati: Pfizer, Moderna, Johnson & Johnson, AstraZeneca, Sinovac, Sinopharm). Se sono necessarie 2 dosi, entrambe le dosi devono essere completate 14 giorni prima dell’arrivo.
  3. I viaggiatori devono aver prenotato e acquistato un viaggio aereo di ritorno;
  4. I viaggiatori devono aver prenotato e pagato l’alloggio e richiesto il/i test RT-PCR presso un hotel ALQ/Samui Extra+ o SHA Plus;
  5. I viaggiatori devono aver attivato una polizza assicurativa sanitaria Covid-19 in lingua inglese valida per tutto il periodo di permanenza e con copertura minima di USD 100.000
  6. I viaggiatori devono essere in possesso di un risultato negativo al test per il COVID-19 effettuato non più di 72 ore prima del viaggio. È necessario ottenere un test RT-PCR Covid-19 entro 72 ore prima dell’arrivo e presentare il risultato quando si ottiene il COE (tradotta in inglese con numero di passaporto)

ALL’ ARRIVO IN THAILANDIA

–  In arrivo all’aeroporto internazionale di Bangkok lo staff aeroportuale scorterà i passeggeri all’Health Control Checkpoint presso la hall 7

–  I viaggiatori devono procedere con l’installazione dell’App Thailand Plus

–  Lo staff aeroportuale scorterà i passeggeri al security checkpoint e poi ad attendere il volo per Samui al GATE D4

 

ALL’ARRIVO A KOH SAMUI

–  I viaggiatori devono procedere all’installazione dell’App Mor Chana e registrazione del Samui Health Pass

–   Arrivo in hotel Samui Extra+ con veicoli designati (SHA+)

–   Una volta in hotel si procede con il primo test Covid. Ce ne saranno altri in base al numero dei giorni di soggiorno nei giorni 6/7 (in hotel) e 12/13 (in ospedale)

Il giorno dell’arrivo non sarà consentito uscire dalla propria stanza fino all’arrivo del risultato del test.
Successivamente e con esito negativo:

  • Dal giorno 1 al giorno 3: si può lasciare la camera d’albergo solo per frequentare aree designate nell’hotel;
  • Dal giorno 4 al giorno 7: ci si può muovere all’interno di percorsi designati ed effettuare tour solo a Koh Samui;
  • Dal giorno 8 al giorno 14: è necessario rimanere in un SHA+ hotel e solo dopo aver ricevuto esito negativo al test si può viaggiare tra Samui, Koh Phangan e Koh Tao
  • Dal giorno 15: se l’ultimo test del giorno 12/13 è negativo, si può andare ovunque in Thailandia

Per informazioni sulla Thailandia: http://turismothailandese.it

News Correlate