martedì, 29 Settembre 2020

Eruzione in Guatemala, ministro rassicura: l’aiuto migliore è visitare le nostre attrazioni

A seguito dell’eruzione del vulcano Fuego in Guatemala, Jorge Mario Chajón, ministro del Turismo del Paese del Centroamerica, rassicura il mercato e invita a continuare a viaggiare in Guatemala.

“Il più grande sostegno che si può offrire al Guatemala in questo momento è quello di visitare e apprezzare le nostre attrazioni turistiche e il nostro ricettivo; ogni visita diventa una spinta per l’economia e contribuisce allo sviluppo del Paese – ha detto Chajón – Le principali attrazioni turistiche del Paese – come Città del Guatemala e il suo centro storico, il Parco Nazionale di Tikal, il Lago Atitlán, il Monumento Naturale Chichicastenango, Semuc Champey, Quetzaltenango, Izabal, Esquipulas, Guatemágica – sono lontane dai luoghi dove si è verificata l’eruzione vulcanica e per questo sono in condizioni ottimali per continuare a ricevere visitatori nazionali e internazionali.

Il Dipartimento di assistenza turistica e il Centro operativo di emergenza a livello nazionale hanno verificato che i servizi di base come i sistemi idrico ed elettrico e i collegamenti via Internet non sono stati coinvolti. Anche le attività economiche del Paese vengono svolte regolarmente”.

La devastante eruzione, che è avvenuta i primi giorni di giugno, ha causato oltre 100 vittime e costretto all’evacuazione 13 mila persone.

Il ministro ha ricordato che le attrazioni naturali e culturali del Paese, così come le esperienze che si possono fare sono così varie e coinvolgenti da accontentare numerose tipologie di turisti e viaggiatori: sacri templi maya, musei, siti archeologici, riserve naturali, laghi, fiumi, comunità e mercati locali rendono la visita del Guatemala un’esperienza straordinaria.

Il turismo è un motore economico e sociale che contribuisce allo sviluppo dei paesi. In Guatemala, il settore turistico rappresenta uno dei più importanti generatori di risorse economiche e di posti di lavoro: la filiera è molto articolata e include tour operator, aziende di trasporti, alberghi, guide turistiche, ristoranti e locali che contribuiscono a creare posti di lavoro e allo sviluppo del comparto. Secondo l’Organizzazione Mondiale del Turismo (WTO) l’industria del turismo, impiegando molte persone, non solo garantisce un reddito alle famiglie ma contribuisce allo sviluppo personale e sociale.

Secondo l’ultima analisi del World Travel & Tourism Council (WTTC) sull’impatto economico dei viaggi e del turismo, in Guatemala lavorano nel settore 166.000 persone, il 2,6% del totale dell’occupazione diretta, con un’occupazione indotta di 466.000 persone, pari al 7,2% del tasso di occupazione totale.

 

News Correlate