sabato, 4 Dicembre 2021

In Bosnia si moltiplicano resort di lusso per turisti arabi

Sono tanti milioni di dollari che ultimamente vengono investiti in Bosnia per la costruzione di resort di lusso, complessi residenziali chiusi, lussuosi alberghi con mega centri commerciali, destinati a turisti arabi. Uno di questi è il ‘Sarajevo Resort Osenik’, vera e propria cittadina araba in cui durante l’estate l’accesso è proibito ai non residenti ad eccezione dei bosniaci che vi lavorano.    
Al momento, secondo il portale Bbiznis.Info, questo resort dispone di 160 ville con un grande lago artificiale nel mezzo e prevede la sistemazione per 1.125 turisti arabi.

I proprietari delle case sono tutti arabi, scrive il portale, che “non vogliono mescolarsi con la popolazione locale, hanno le loro usanze per quanto riguarda vestiti, comportamenti, preghiere, e non vogliono essere disturbati e guardati con meraviglia”.    

Possedere immobili in Bosnia, però, è possibile solo per persone giuridiche: una delle possibilità perché gli arabi come persone fisiche acquistino le case in Bosnia sono contratti d’affitto a lungo termine che prevedono che la compagnia non possa disporre dell’immobile senza il consenso dell’affittuario.  

È poco probabile, scrive il portale, che la legge venga modificata vista anche la crescente avversità verso gli arabi da parte della popolazione locale, musulmani compresi. Attualmente si stanno realizzando 5 grossi investimenti arabi per progetti che prevedono la costruzione, oltre ad alberghi e grandi condomini, di circa 1.500 ville di lusso.

News Correlate