sabato, 12 Giugno 2021

Le compagnie aeree Ue e Usa fermano i voli su Israele

Le maggiori compagnie aeree europee e americane hanno fermato i propri voli con Israele a causa della guerra con Gaza e delle minacce di Hamas dirette agli aeroporti del Paese. Non solo quello centrale del Ben Gurion di Tel Aviv ma anche quello – nuovissimo – di Ramon nel Negev, scalo vicino al resort turistico di Eilat. Il Ben Gurion è stato chiuso al traffico passeggeri in arrivo e i voli sono stati dirottati su Ramon, da dove poi gli aerei, dopo lo sbarco dei passeggeri, sono ripartiti vuoti per Tel Aviv per imbarcare i viaggiatori diretti all’estero. Ma poi anche l’aeroporto di Ramon è stato costretto a chiudere per un breve periodo. Già dall’inizio del conflitto con Gaza e l’arrivo dei primi missili sui cieli della parte centrale di Israele, le rotte – sia in arrivo che in partenza – erano state portate più a nord onde evitare possibili rischi. Ma la pioggia di razzi arrivata negli ultimi giorni ha costretto molte compagnie a rivedere le proprie decisioni. Ad oggi – secondo quanto riportato dai media – Delta, United Airlines, Lufthansa, Austrian Airlines e British Airways hanno fatto sapere che i propri voli sono al momento stati sospesi. Lufthansa e Austrian Airlines hanno bloccato fino a stasera quelli da Francoforte, Vienna e Monaco. Le compagnie United e Delta hanno fatto sapere che i voli potrebbero riprendere sabato.

News Correlate