martedì, 21 Maggio 2024

Weekend ad Amsterdam: 7 cose da non perdere

Amsterdam, la Venezia del Nord. Una città la cui architettura è estremamente particolare perché, proprio come Venezia, è disposta alla foce di un fiume e costruita su palafitte e circondata da canali.

 

L’idea di passare un weekend ad Amsterdam attrae sicuramente tanti giovani, vista la sua fama per i quartieri a luci rosse e per i distretti dei coffee-shop, ma chi pensa che queste siano le sole attrazioni cittadine si sbaglia di grosso perché la città ha ben molto in più da offrire a chiunque abbia intenzione di scoprirlo.

 

Capitale e principale città dei Paesi Bassi, Amsterdam porta con sé una storia secolare che l’ha vista in prima linea fin dai tempi del colonialismo e tra le sue vie è possibile non soltanto divertirsi ma anche acculturarsi, apprendendo la storia del nostro continente, così come l’arte e la scienza. Di seguito forniamo quindi le 7 principali attrazioni della città, come spunto per vivere al meglio un weekend ad Amsterdam.

 

 

Tour sul Floating Dutchman

 

Amsterdam è una città dove tutto è possibile, anche salire a bordo di un bus anfibio su cui percorrere i vari canali attraverso i principali quartieri cittadini. Stiamo parlando del Floating Dutchman, un caratteristico bus con cui è possibile, appunto, navigare i canali e attraversare i principali quartieri della città godendo di una prospettiva del tutto insolita. Il tour dura circa 45 min ed è una delle esperienze più amate.

 

Giocare a Poker in barca

 

Rimanendo in tema di canali, un’altra cosa che vale la pena fare durante un weekend ad Amsterdam è quella di giocare a poker sulle classiche house-boat, le barche attraccate lungo i canali, appunto, che servono da casa a molti cittadini.

 

Avere la barca in esclusiva per poterci giocare e divertirsi con un gruppo di amici è un’esperienza unica da provare, perché offre la possibilità di creare dei ricordi che dureranno per tutta la vita, soprattutto considerando che ormai anche il poker è un gioco che viene soprattutto giocato online, sulle principali piattaforme che, come PokerStars, offrono un servizio sempre più innovativo e autentico (si pensi al loro servizio di Realtà Virtuale).

 

 

 

Visitare il Rijksmuseum

 

Il Rijksmuseum è considerato il fiore all’occhiello della storia olandese e non è un caso, vista la sua immensa collezione di più di 100.000 opere d’arte appartenenti ai principali esponenti olandesi degli ultimi secoli (come Rembrandt e Van Gogh). Inoltre, il museo dispone anche di una collezione di ben 8.000 opere tutte dedicate a quello che viene chiamato il Secolo d’Oro Olandese (intorno al 1600), ripercorrendo il periodo in cui le arti, le scienze e il commercio olandesi erano tra i più acclamati in Europa. Il tour completo dura 2 ore, ma si può comunque scegliere di abbreviarlo.

 

 

Visitare il museo Nemo e il MoCo

 

Altri due musei da non perdere assolutamente sono il Nemo e il MoCo.

 

Nemo (il cui acronimo sta per “Centro nazionale per la scienza e la tecnologia”) è considerato il museo più popolare di tutta la Nazione. Si tratta di un centro scientifico dedicato alla divulgazione di temi tecnologici e scientifici che è stato fondato nel 1923 e nel 1997 ha cambiato sede, trasferendosi nei Docklands, in un edificio appositamente progettato e realizzato dal famoso architetto Renzo Piano. Propone esibizioni, attività e workshop per grandi e piccini affinché la scienza e la tecnologia diventino sempre più accessibili.

 

MoCo, invece, è il Museo di arte Moderna ed espone opere sia moderne che contemporanee con focus anche sugli artisti emergenti. Qui è possibile ammirare i lavori di Basquiat e di Keith Haring, ma anche di Banksy e di Jeff Koons, il tutto nell’affascinante cornice della Villa Alsberg, residenza  storica del grande architetto e progettista Eduard Cuyper.

Visitare il Museo di Van Gogh

 

Anche il Museo di Van Gogh merita decisamente di essere visitato e non soltanto per l’incredibile collezione di opere che è possibile ammirare, ma anche per il contesto in cui queste sono esposte; il museo, infatti, si trova all’interno di una casa, così da offrire uno sguardo intimo sulla vita e nella mente del genio artistico.

 

Heineken Experience

 

L’Olanda è, insieme alla Germania la patria della birra. Qui, infatti, la birra fa parte della cultura, della tradizione e del folklore locale come in Italia lo è il vino. Ecco perché ad Amsterdam è possibile vivere l’Heineken Experience, ovvero visitare la vecchia fabbrica di birra dell’Heineken che, una volta chiusa, è stata riconvertita e resa accessibile al pubblico. Una volta entrati si viene letteralmente proiettati in un percorso interattivo attraverso il processo di produzione della birra, dalla lavorazione degli ingredienti base al prodotto finale.

 

Visitare il parco Keukenhof

 

Infine, non si può passare un weekend ad Amsterdam senza visitare il parco Keukenhof, il più grande giardino di fiori da bulbo del Mondo. I Paesi Bassi sono famosi coltivatori di tulipani e in questo parco è possibile ammirarne tutta la loro bellezza. Colori sterminati che si perdono nell’orizzonte, il tutto a circa 40 km dal centro città e facilmente raggiungibile con bus express. Una vera bellezza.

 

News Correlate