Open air, Marche e Lazio le più ‘camper friendly’ d’Italia

Indagine sulle aree di sosta per camper e roulotte di Camperonline.it e PleinAir per Tom Tom

Complice la crisi, quest'anno si registra un'impennata di vacanzieri che tornano a scegliere il turismo open air. Ma tra aree di sosta introvabili, strade inaccessibili e servizi insufficienti non sempre tutto fila liscio: a sorpresa infatti le regioni più 'camper friendly' d'Italia sono Marche e Lazio, che battono le più blasonate Emilia Romagna e Toscana. E Lombardia e Sardegna finiscono a fondo classifica. E' quanto emerge da un'indagine sulle aree di sosta per camper e roulotte realizzata da Camperonline.it e PleinAir per TomTom, monitorando aree attrezzate, quelle con carico e scarico acque, luoghi per la sosta notturna e aree autostradali.
La regione Marche si conferma il paradiso dei camperisti, con un'area per camper ogni 29 km quadrati: la 15/ma regione italiana per estensione è dotata di 322 aree, di cui ben 160 completamente attrezzate, primato assoluto condiviso con la regione Puglia.
Al secondo posto il Lazio, con 308 aree, una ogni 35 km quadrati, di cui un terzo, 100, completamente attrezzate.
Al terzo la Valle d'Aosta, dotata di un'area ogni 38 km quadrati (solo 85, ma in un territorio decisamente più piccolo rispetto alle altre regioni italiane).
A seguire Emilia Romagna e Toscana (che comunque è la regione con più aree in assoluto, ben 539).
Le regioni del Sud sono presenti in gran parte a fondo classifica, in compagnia, a sorpresa, della Lombardia, che se primeggia in tante classifiche per i servizi che offre ai cittadini, in questo caso è solo quintultima (16/mo posto) con sole 317 aree, una ogni 75 km quadrati.  

News Correlate