Trovare un alloggio in Italia per i viaggiatori gay più facile con misterbnb

Approda anche in Italia misterbnb, ovvero l’Airbnb dei viaggiatori gay con una festa a Roma il 6 maggio al Monk Club. Infatti, nonostante l’economia della condivisione degli affitti a breve termine sia cresciuta molto negli ultimi anni, per i proprietari di case ed i viaggiatori gay è stato difficile sentirsi al sicuro e benvenuti. In questo senso, misterbnb.com risponde alla domanda di turismo collaborativo dei viaggiatori gay, una nicchia in forte espansione per cui il Belpaese rappresenta una delle mete preferite.

L’obiettivo di misterbnb.com è fungere da catalizzatore per la comunità gay per condividere esperienze di viaggio con utenti provenienti da tutto il mondo.  Dario, 44 ​​anni, uno dei primi host di misterbnb.com ad aver messo a disposizione la sua casa a Roma, dice: “Essendo gay, sono in grado di offrire un soggiorno confortevole e sicuro ai i miei ospiti perché capisco le loro preferenze e posso dare loro indicazioni sui posti migliori da frequentare. La mia casa è la loro casa, e avranno sempre una vacanza indimenticabile”.

Diventare host su misterbnb.com è semplice: il proprietario descrive lo spazio libero che mette a disposizione dei suoi ospiti (casa, appartamento o stanza); riceve richieste di prenotazione via e-mail e sms che può accettare o rifiutare; quindi il pagamento avviene 24 ore dopo l’arrivo degli ospiti. L’intero processo di prenotazione avviene sulla piattaforma di misterbnb.com; tutte le prenotazioni sono coperte da un’assicurazione e c’è un servizio clienti a disposizione degli utenti, durante l’intero processo.

A Parigi, il 68% degli hosts di misterbnb non usa altri siti per affittare i propri alloggi. “I gay cercano di connettersi con la loro comunità in giro per il modo e vogliono sentirsi benvenuti ovunque vadano. misterbnb permette loro di trovare accomodations in centro città a prezzi accessibili, di socializzare e di sentirsi benvenuti appena arrivati”, afferma il ceo Matthieu Jost.

Inizialmente lanciato su Parigi e Barcellona, ​​il sito di misterbnb.com ha avuto crescita vertiginosa: con oltre 50.000 annunci in 134 paesi, misterbnb.com è già il più grande albergatore gay al mondo ed è finanziato da investitori provenienti da tutto il mondo: Francia, Italia, Cina, Giappone, Singapore e dalla Silicon Valley.

News Correlate