giovedì, 25 Febbraio 2021

Fit Cisl: fusioni per evitare declino settore aereo

La ricetta di Claudiani: aggregazioni tra compagnie e aeroporti

Accordi, aggregazioni e fusioni tra gli operatori del settore aereo italiano, tra cui anche compagnie e società di gestione aeroportuali, per evitarne il declino. E’ la ricetta della Fit Cisl che chiede al governo "l’avvio di un tavolo di intervento con tutti gli operatori del sistema in ogni area". Il segretario generale della Federazione dei trasporti della Cisl Claudio Claudiani paventa il rischio "che la ripresa economica spazzi via le ultime imprese italiane", visto "il precario stato di salute delle compagnie aeree nazionali, compreso il Gruppo Alitalia", e suggerisce di favorire "eventuali accordi, aggregazioni e fusioni tra i vari operatori". Per quanto riguarda il piano nazionale degli aeroporti, "è rimasto un semplice slogan", afferma Claudiani, mentre bisogna, anche qui, favorire "aggregazioni ed integrazioni tra gli aeroporti che insistono sulla stessa regione o tra regioni limitrofe, obbligando le stesse società di gestione a fondersi, in modo da limitarne il numero massimo a 12-14".

News Correlate