venerdì, 22 Ottobre 2021

A Milano la fa da padrone il turismo d’affari

L’85% degli arrivi è per lavoro e la spesa media giornaliera di 325 euro

A Milano nel turismo vince il
settore business, che da solo genera l’85% degli arrivi in
citta’. Lo afferma una ricerca della Camera di Commercio del
capoluogo lombardo realizzata in collaborazione con Ciset dell’
universita’ Ca’ Foscari di Venezia.
Per vacanze, a Milano, arriva solo il 9% dei turisti, mentre
il 6% vi giunge per ”altri motivi”. Notevole l’indotto
generato in citta’ dai non milanesi: un totale di 2,5 miliardi
di euro all’anno per una spesa media a testa di 325 euro. La
spesa media del turista italiano e’ di 251 euro, mentre gli
stranieri ‘investono’ una media di 384 euro al giorno.
Il 68% degli incassi vanno ad alberghi ed esercizi pubblici,
con una spesa minuscola dei turisti, sia italiani che stranieri,
per la cultura: a musei e teatri vengono destinati solo 2 euro e
mezzo al giorno.
”Istituzioni, enti pubblici, soggetti economici – afferma
Carlo Sangalli, presidente della Camera di Commercio di Milano –
stanno lavorando insieme per far diventare progressivamente il
turismo d’affari anche turismo vero e proprio, ma gia’ oggi i
turisti promuovo Milano: scelgono di restare piu’ a lungo in
citta’ e spendono di piu’. Cosi’, anche in un momento di
difficolta’ internazionale che colpisce il settore, a Milano l’
indotto turistico e’ cresciuto in un anno del 2,8%”.

News Correlate