lunedì, 21 Settembre 2020

A Napoli il Seatrade: nel futuro crociere low cost?

Mercato in crescita, nel 2010 in Italia un milione di crocieristi

Dopo i voli low cost presto potrebbero arrivare sul mercato anche i viaggi in mare a basso costo. La proposta è della Snav, che nella sessione di lavori inaugurale di Seatrade, la manifestazione di punta del settore crocieristico in programma in questi giorni a Napoli, ha precisato, per bocca del comandante Aiello: “Non intendiamo abbassare la qualità del servizio ma limitare il costo del biglietto al solo trasporto per far pagare i servizi aggiuntivi offerti sulla nave”. La tendenza nel campo delle autostrade del mare e dei collegamenti di lungo raggio, secondo Emanuele Grimaldi, amministratore delegato del gruppo omonimo, è costruire traghetti di dimensioni superiori per coprire più velocemente le distanze e per avere a bordo un maggior numero di passeggeri. Il settore, comunque, sta vivendo annate eccezionali, se è vero che il 2006 ha confermato il trend di successo delle crociere, entrate, ormai, a pieno titolo tra le alternative di una vacanza di massa. “Esistono tutti i presupposti per parlare di una vera e propria ‘rivoluzione’ – ha affermato Domenico Pellegrino, direttore generale Msc Crociere – se il mercato nord americano ha superato i 10 milioni di croceristi, il mercato europeo sfiora i 3 milioni, il che fa intuire l’enorme potenziale del mercato. Solo in Italia si stima che entro il 2010 ci saranno circa un milione di croceristi”. Oggi, intanto, sarà firmato l’accordo tra Confitarma e ministero dei Beni culturali sul turismo marittimo.

News Correlate