lunedì, 19 Aprile 2021

A Trento l’arte dei presepi dal Settecento

Al Museo Diocesano di Trento le figurine dei presepi di 3 secoli

L’origine dei presepi di carta sembra sia da collocare nel Seicento, ma fu soprattutto nel Settecento che ebbero ampia diffusione nelle aree cattoliche della Germania, nel Sud-Tirolo e in parte della Lombardia. I presepi di carta, tema della mostra “Presepi di carta. Sacre figurine a ritaglio dal Settecento alla prima metà del Novecento” allestita al Museo Diocesano di Trento, venivano realizzati utilizzando fogli sui quali erano state disegnate, incise oppure stampate e più tardi litografate, figurine, animali, architetture, alberi da ritagliare, colorare a mano, a pennello o a tampone, e successivamente applicare su cartoncino con colla a base di farina. Alle sagome così realizzate veniva fornita una base, in modo tale che potessero reggersi in piedi. Personaggi e scenografie, talvolta arricchiti da applicazioni in stoffa e metallo, venivano allineati sopra i mobili di casa, spesso nel cosiddetto “angolo del crocifisso” delle Stuben tirolesi. Nato in alternativa al presepe scultoreo, il presepe di carta partendo da un supporto “povero”, ebbe il merito di diffondere questa tradizione anche nelle case più umili, tra quanti non avrebbero avuto la possibilità di acquistare statuine scolpite. Verso la fine dell’Ottocento si iniziarono a produrre presepi già pronti, da aprire a libro. La scena era limitata alla sola capanna con Gesù, Giuseppe, Maria, il bue e l’asinello. La mostra, visitabile dal 22 novembre al 25 gennaio, presenta, alcuni diorami di Martin Engelbrecht (1684-1756). Si tratta di piccoli modellini di carta, composti da più elementi traforati e vivacemente colorati, montati all’interno di una scatola ottica, sigillata su tutti i lati. Avvicinando l’occhio ad un foro, talvolta munito di lente, la scena acquista tridimensionalità, suscitando nell’osservatore stupore e meraviglia.
Le opere esposte sono state concesse in prestito dal Museo Diocesano di Bressanone e fanno parte di una straordinaria collezione di presepi di carta che consta di ben 840 esemplari. Altri presepi provengono dall’Associazione Amici del Presepe dell’Alto Adige con sede nell’abbazia di Muri Gries di Bolzano.
Orari di apertura: 9.30 – 12.30; 14.00 – 17.30 (chiuso il martedì)

Info: 0461 234419 – www.museodiocesanotridentino.it

News Correlate