venerdì, 3 Dicembre 2021

Aapit Palermo, al via il progetto per il turismo accessibile

Parte oggi la quattro giorni di formazione per i servizi ai disabili

Realizzare una guida per le vacanze sicure nella provincia di Palermo; fornire indirizzi, segnalazioni, informazioni utili per il turista con problemi di disabilità, spesso trascurato dai circuiti tradizionali, censire i siti adeguati sul piano della normativa contro le barriere architettoniche e per la definizione dei servizi necessari ai portatori d’handicap.
Sono gli obiettivi del progetto finanziato dall’Azienda Autonoma Provinciale per l’Incremento Turistico di Palermo (Aapit) sul cosiddetto “turismo accessibile”. L’iniziativa, denominata “Palermo per tutti”, si inquadra nel progetto nazionale “Italia per tutti”, attivato dall’Enea (l’Ente nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e l’ambiente, che si occupa anche di temi legati alla qualità della vita), con la Direzione generale per il Turismo del Ministero delle Attività Produttive.
Il riferimento ‘on line’ è il sito www.italiapertutti, che contiene la guida telematica con tutte le informazioni relative all’accessibilità delle strutture e infrastrutture italiane di interesse turistico, manuali di assistenza al viaggio per i turisti con esigenze speciali, indirizzi e collegamenti ai servizi di interesse per il viaggio, insomma tutto quanto può aiutare nella programmazione di una vacanza, dalla scelta delle mete ai problemi di ordine pratico e logistico (mezzi di trasporto, ristoranti, spiagge, servizi sanitari, monumenti, luoghi di culto, strutture ricettive). Nel progetto dell’Azienda rientra anche l’intervento per l’adeguamento di alcuni siti turistici, finanziato con la somma complessiva di 150mila euro.
“Permettere ad ogni persona di valutare, a seconda del proprio desiderio di viaggio e del proprio personale bisogno, le imprese e le strutture idonee a soddisfarlo – dichiara Salvatore Sammartano, presidente dell’Aapit e assessore provinciale al Turismo – costituisce un grande valore aggiunto, sul piano del metodo e dell’orientamento della domanda, che, tramite un’adeguata informazione, consente di allargare la fruizione turistica del territorio ad un segmento sempre più importante e cospicuo di potenziali clienti-consumatori”.
Dal momento che l’offerta turistica della provincia di Palermo è di carattere prevalentemente culturale, anche se stanno emergendo nuovi prodotti turistici di successo quali l’enogastronomia, le informazioni contenute nel sito sono state potenziate, aggiungendo note sui musei, le zone archeologiche ed i monumenti più rappresentativi del territorio.
Ma l’impegno dell’Azienda non si esaurisce qui. Grande attenzione, infatti, è stata rivolta alla formazione del personale che dovrà occuparsi della fase di rilevazione dei dati e segnalazione degli eventuali servizi carenti.
Queste mansioni saranno affidate a due tecnici della provincia di Palermo, che sosterranno un corso di formazione della durata di 4 giorni, da lunedì 26 a giovedì 29 gennaio, per un totale di 24 ore di lezione. Al corso, che si svolgerà nella sede dell’Enea di Palermo (in via Catania), prenderanno parte – oltre ai due tecnici ed ai funzionari dall’Azienda, anche alcuni rappresentanti, competenti in materia di beni culturali, servizi tecnici e servizi sociali, della Regione, della Provincia e del Comune di Palermo.
Al termine i partecipanti avranno acquisito la competenza tecnica necessaria alla certificazione dei siti secondo la metodologia dell’Enea.

News Correlate