domenica, 7 Marzo 2021

Accor, utile semestrale in picchiata

La crisi del turismo ha portato a un calo del 52%

La crisi del turismo ha penalizzato i risultati di Accor che ha chiuso il primo semestre con un utile netto in calo del 52% a 106 milioni di euro per un fatturato sceso del 7,8% a 3,5 miliardi di euro. L’utile operativo è sceso del 12,5% a 817 milioni di euro. Il margine operativo lordo è calato al 24,7% rispetto al 26% dell’anno prima. Nei primi 6 mesi dell’anno è stato il settore alberghiero ad accusare maggiormente l’impatto negativo della difficile congiuntura, aggravata dalle incertezze legate all’Iraq e all’epidemia Sars. Per l’avvenire il gruppo alberghiero, partecipato Ifil, non prevede ”importanti acquisti”, ma, ha dichiarato il suo presidente Jean-Marc Espaliuoux, potrebbe mirare a ”acquisizioni medio-piccole”. Per il 2003 il gruppo francese dispone una riserva di 100 milioni per la crescita esterna. Espalioux prevede anche un aumento del margine operativo di 1 punto alla fine del 2004. Accor si attende di chiudere l’anno con un utile corrente ante imposta di 500 milioni di euro.

News Correlate