venerdì, 30 Luglio 2021

Accor, via libera di Bruxelles per il controllo di Club Med

L’Antitrust ha approvato attraverso una “procedura semplificata”

L’Antitrust Ue ha approvato, come prevedibile, l’operazione con cui la catena alberghiera francese Accor ha acquisito il controllo del Club Mediterranee
grazie soprattutto alla cessione della quota detenuta dalla famiglia Agnelli.
L’operazione è stata approvata attraverso una ”procedura semplificata”, quella che si usa per le fusioni e acquisizioni che non presentano particolari problemi antitrust. Accor – attivo nei settori hotel, ristoranti, servizi ad imprese e comunità pubbliche e servizi di viaggio – aveva notificato a Bruxelles la presa di controllo dell’operatore turistico francese il 15 settembre. In giugno la famiglia
Agnelli aveva venduto ad Accor la propria partecipazione in Club Med di cui era la principale azionista (attraverso le sue holding Ifil e Exor, con una quota del 21,2%). Il gruppo alberghiero aveva ricomprato anche il 7,7% detenuto dalla Caisse des Depots et Consignations, arrivando così al 28,9% del leader mondiale dei villaggi vacanze. L’operazione, secondo l’annuncio dell’epoca, è costata ad Accor 252 milioni di euro reperiti sul mercato attraverso l’emissione di un bond. Il sì semi-automatico dei servizi del commissario europeo alla concorrenza Mario Monti sancisce il distacco degli Agnelli dal Club Med che era stato sostenuto dalla famiglia per trent’anni.

News Correlate