lunedì, 14 Giugno 2021

Aeroporti, Bruxelles adotta nuove norme sugli aiuti agli scali regionali

Dopo il caso Ryanair, previste agevolazioni per l’attivazione di nuove linee

La Commissione europea nella sua
riunione di ieri ha adottato nuove regole per lo sviluppo degli
aeroporti regionali.
Le linee direttrici, spiega l’esecutivo Ue in una nota,
precisano le condizioni per poter concedere aiuti alle compagnie
aeree che aprono nuove linee in scali regionali con un traffico
annuo inferiore ai 5 milioni di passeggeri.
Le regole garantiscono ”uguaglianza di trattamento tra gli
aeroporti pubblici e quelli privati” ed evitano, si rileva
ancora nella nota, che le compagnie che beneficeranno degli
aiuti non siano indebitamente favorite rispetto ad altre.
L’aiuto ad una compagnia dovra’ essere limitato tra il 30 e
il 50% dei costi addizionali legati all’apertura di una nuova
linea per spese di marketing o di installazione in un
determinato scalo regionale. La sovvenzione dovra’ essere
decrescente e limitata nel tempo, vale a dire di una durata
massima di non piu’ di tre anni (5 anni solo per le regioni
particolarmente svantaggiate e per quelle
ultra-periferiche).

News Correlate