venerdì, 26 Febbraio 2021

Aeroporti del Garda in crescita

Positivi i primi cinque mesi dell’anno

La crisi internazionale e i pericoli della Sars non hanno fermato l’espansione dell’attività negli Aeoroporti Sistema del Garda di cui fanno parte gli scali di Verona Villafranca e Brescia Montichiari. Nei primi cinque mesi dell’anno attraverso i due aeroporti sono transitati 932.057 passeggeri con una crescita del 16,27% rispetto all’analogo periodo dell’anno precedente. Ancora più significativo l’aumento del numero dei voli che sono stati 20.868 con un incremento del 17,43%.
Da segnalare, in maniera particolare, l’incremento di traffico registrato a Verona dove, nel periodo gennaio-maggio, sono transitati 855.208 passeggeri (+22,65 %) e i voli sono stati 15.560 (+26,7%).
Molto soddisfacente appare il dato relativo al mese di maggio che segna un apprezzabile miglioramento nonostante l’allarme creato in tutto il mondo dai pericoli connessi alla diffusione dell’epidemia di polmonite. I passeggeri transitati dai due aeroporti sono stati 221.921 con una crescita del 5,93% e il numero dei voli è stato pari a 4.791 (+10,11%). Nella sola a Verona i passeggeri sono stati 198.937 (+8,25%) e i voli 3.510 (+17,71).
Umberto Solimeno, direttore commerciale del Sistema Aeroporti del Garda ha espresso soddisfazione per i risultati ottenuti. “Si tratta di traguardi molto significativi perché ottenuti in un contesto reso particolarmente difficile dalle difficoltà di ordine internazionale e dall’allarme Sars. Molto soddisfacente il risultato del movimento charter che sul nostro sistema non ha risentito del declino segnalato, invece, dalle statistiche nazionali. Un segno di efficienza che, data la situazione, denota la piena vitalità dei due aeroporti”.

News Correlate