sabato, 12 Giugno 2021

Aeroporti, il Valerio Catullo incrementa l’offerta di voli

Dal 14 luglio volo giornaliero per Timisoara

Si annuncia un’estate di forte crescita dell’attività sull’Aeroporto Valerio Catullo di Verona. L’aumento dell’offerta coinvolge tanto i collegamenti di linea quanto quelli charter.
Per quello che riguarda i collegamenti di linea si segnalano novità importanti in riferimento ad Air France. La compagnia di bandiera francese, dall’inizio di giugno, ha ripreso a operare con regolarità tre voli giornalieri dal lunedì al venerdì che collegano senza scalo Verona con Parigi-Charles De Gaulle. Il sabato e la domenica i voli sono due.
Infine uno sguardo ai regular charter in cui Club Air intensifica i collegamenti con la Romania inaugurando due nuove destinazioni: Cluj e Bacau. I voli vengono effettuati il martedì e il giovedì. La stessa compagnia, per il periodo 29 giugno – 30 agosto, aggiungerà due voli con destinazione Ginevra e Pristina.
Dal canto suo la Carpatair, a partire dal 14 luglio, istituirà un volo giornaliero da Verona per Timisoara e viceversa.
Ancora più intensi i programmi che si riferiscono alle vacanze. E’ diventato, infatti, operativo l’accordo strategico che il Sistema Aeroporti del Garda – di cui fanno parte gli aeroporti Gabriele D’Annunzio di Brescia e Valerio Catullo di Verona – ha stipulato con il gruppo Ventaglio al quale fanno capo il tour operator leader in Italia nel settore dei villaggi vacanze e le compagnie aeree Lauda Air e Livingston. Nell’ambito di questa intesa Verona fruirà di 76 collegamenti in più che, presumibilmente, determineranno un traffico aggiuntivo di circa ottomila passeggeri. Le destinazioni sono: Capo Verde, Mikonos, Santorini e Sharm.
“Queste iniziative – spiega Umberto Solimeno, direttore commerciale dell’Aeroporto Valerio Catullo – confermano il trend di crescita del nostro aeroporto nonostante le difficoltà legate alle turbolenza internazionali e alle paure provocate dal morbo della Sars, il cui allarme è cessato solo di recente. I nuovi programmi puntano a consolidare la posizione dello scalo veronese che attualmente, con un traffico di circa 2,3 milioni di passeggeri l’anno, occupa il decimo posto nella graduatoria generale degli aeroporti italiani e il secondo nella speciale classifica dei voli charter”.

News Correlate