venerdì, 22 Ottobre 2021

Aeroporti, non utilizzati i fondi per il rinnovo

Corte dei Conti: spesi poco i finanziamenti per le infrastrutture

Non sono stati usati dagli aeroporti italiani i fondi per il rinnovo della infrastrutture. Lo afferma la Corte dei Conti nelle “Considerazioni conclusive” della sua indagine sulla realizzazione delle infrastrutture aeroportuali. Le risorse pubbliche a disposizione degli scali italiani erano, infatti, pari a 740 milioni, stanziati tra il 1997 e il 2003. Alla fine del 2004, invece, erano stati utilizzati soltanto 416 milioni e 241.029 euro, pari al 56% della previsione di spesa del quinquennio 2000-2004.
L’indagine spiega, inoltre, che gli interventi programmati con tali finanziamenti riguardavano quaranta aeroporti, ma dalle rilevazioni effettuate nel marzo 2005 e’ emerso che soltanto in diciannove erano effettivamente iniziati i lavori.
La Corte dei Conti, inoltre, ha sottolineato la necessita’ di una piu’ efficace attivita’ di vigilanza da parte del ministero delle Infrastrutture e Trasporti e dell’Enac: “Quanto agli aspetti di regolazione generale che rientrano nella cura dell’interesse pubblico e rivestono un’importanza rilevante per le ricadute in ordine all’efficace utilizzo delle risorse pubbliche – si legge nell’indagine – la sede piu’ appropriata potrebbe essere individuata in occasione del rinnovo del contratto di programma tra il Ministero e l’Enac, anche per evitare il mantenimento di situazioni di inefficienza gestionale da parte delle società concessionarie, che dovrebbero essere in grado di fornire, oltre agli utili di gestione, anche le risorse necessarie alla realizzazione delle infrastrutture, diminuendo sensibilmente l’onere a carico del bilancio statale”.

News Correlate