lunedì, 14 Giugno 2021

Aeroporti, presto megacentro commerciale a Fiumicino

Adr ha illustrato le nuove strategie commerciali

Centoquaranta esercizi commerciali con 6 banche e 28 cambi-bancomat; un’area complessiva di 19.200 metri quadrati che diventeranno 21.600 entro il prossimo anno e 27.500 nel 2006; 1.200 persone occupate tra lavoratori diretti e dell’indotto, un fatturato annuo di 180 milioni di euro. E in futuro un grande centro commerciale aperto, oltre che a viaggiatori, accompagnatori e visitatori,
anche al territorio limitrofo all’aeroporto di Fiumicino. Sono le nuove strategie commerciali della società di gestione Aeroporti di Roma che sono state illustrate ieri al Leonardo da Vinci dal direttore della divisione Attività commerciali Guy Louis Ponzo in occasione dell’inaugurazione di
tre nuovi punti vendita di marchi prestigiosi del made in Italy, la maison di moda Salvatore Ferragamo, già presente con altre due boutique, la casa vitivinicola Frescobaldi con un wine bar e
l’atelier del cioccolato Cuba Venchi, che raddoppiano così la loro presenza in aeroporto. Secondo uno studio di Adr, più di un passeggero su due in partenza fa acquisti prima dell’imbarco, con una spesa media a persona di 25 euro. Con un trend di crescita del trasporto aereo previsto del 7% nei prossimi 5-6 anni, la politica di sviluppo delle attività commerciali di Adr, ha aggiunto Ponzo, mira ad accrescere le potenzialità esistenti per soddisfare pienamente la domanda del passeggero-tipo, sia il cliente business che punta sulle grandi marche, sia il viaggiatore per turismo che cerca prodotti originali e di qualità a prezzi contenuti. In questo quadro si amplia e si consolida la presenza delle firme più prestigiose del made in Italy, capaci di rappresentare quanto di meglio è offerto dal nostro Paese. Quanto al futuro centro commerciale che dovrebbe svilupparsi sul lato esterno dell’aeroporto, Guy Louis Ponzo, francese, esperto di strategie di marketing, da poco entrato in Adr, ha anticipato
che lo studio di fattibilità è in fase avanzata in collaborazione con gli enti locali limitrofi e con una serie di possibili partner. “La base di partenza è un dato già di per sé significativo – ha detto Ponzo – poiché l’aeroporto di Fiumicino, una vera città del volo, è frequentato ogni giorno anche da punte di 150 mila persone. Il centro commerciale dovrà essere un polo di attrazione, corredato da due nuovi hotel, parcheggi, un centro di divertimenti. Perché le attività commerciali rappresentano un settore sempre più importante per le società di gestione e nello sviluppo degli aeroporti. Per Adr esse incidono già oggi per oltre il 25 per cento sul totale delle entrate della società”.

News Correlate