sabato, 17 Aprile 2021

Aeroporti: Punta Raisi, Milano chiede l’intervento dell’Enac

“Bisogna fare luce sul funzionamento dell’Ils” chiede il Capogruppo della Margherita alla Provincia

“Sono gravi e inquietanti le notizie sulla sicurezza del traffico aereo all’aeroporto di Punta Raisi diffuse dalla trasmissione televisiva di Raitre, Report. La Giunta Musotto, che ha designato l’amministratore delegato e il direttore generale in qualità di azionista della Gesap, intervenga immediatamente per avere notizie e risolvere la pericolosa situazione”.
Il capogruppo della Margherita, Gaetano Milano interviene sulle notizie emerse durante la puntata di Report dedicata alla tragedia di Linate e alla sicurezza degli scali italiani. Secondo gli autori della trasmissione, da molti mesi non è più in funzione l’ILS, il sistema di atterraggio strumentale che consente manovre più sicure agli aerei in caso di scarsa visibilità e condizioni meteo critiche. La disattivazione dell’ILS sarebbe dovuta a una mancanza di comunicazioni fra Enac (aviazione civile) e Enav (assistenza al volo).
“L’impianto era stato realizzato – ricorda Milano – dopo i tragici incidenti di Montagna Longa e del Natale 1978. Scoprire che, per un problema burocratico fra enti che gestiscono le piste, gli atterraggi avvengono senza assistenza non fa stare certo tranquilli. Non vorrei che a Punta Raisi si ripetesse l’assurda girandola di negligenze che a Milano Linate ha causato la tragedia dell’aereo Sas. La Provincia deve intervenire sui vertici Gesap per chiarire e risolvere in breve tempo la situazione. Ciò anche perché la società ha chiesto di gestire direttamente le piste ed è opportuno che sia a conoscenza degli attuali standard di sicurezza anche se dipendenti da Enac e Enav.
“Spero che anche il presidente dell’Enac, Vito Riggio – conclude Milano – si interessi in prima persona di questo episodio”.

News Correlate