lunedì, 8 Marzo 2021

Aeroporti: Save, Alitalia è la palla al piede del sistema

Marchi, non possiamo regalare 2 Mld ai competitor per dare 30 Mln ad Alitalia

Alitalia e’ una palla al piede per
il sistema aeroportuale italiano. Lo afferma Enrico Marchi,
presidente di Save, la societa’ di gestione del Marco Polo di
Tessera, coinvolta nell’acquisizione di quote di Gemina. ”Non
possiamo regalare 2 miliardi di euro ai nostri competitor
europei – accusa Marchi – per dare 20-30 milioni ad Alitalia”.
Secondo il presidente di Save, infatti, le tariffe
aeroportuali italiane sono piu’ basse del 20-30% della media
europea. ”Oggi con i decreti sui requisiti di sistema – rincara
Marchi – si vogliono ridurre ancora di piu’ queste tariffe”. Si
tratta, per il presidente di Save, di ”una politica miope, che
toglie risorse al sistema di infrastrutture del Paese, che
rischiano di essere poi a loro volta colonizzate da un sistema
aeroportuale europeo ricco e sano, che ha saputo realizzare
negli anni bilanci importanti”.
L’obiettivo, per Marchi, dovrebbe essere quello di mettere
insieme ”un grande operatore del sistema aeroportuale per
riuscire a far capire meglio alla nostra classe dirigente
l’importanza degli aeroporti”. E qui l’attacco diretto ad
Alitalia: ”in questo contesto – dice – c’e’ qualcuno che e’ un
peso per gli altri, e io credo che oggi Alitalia sia una palla
al piede per il sistema aeroportuale italiano, credo si debba
dire che in queste condizioni la compagnia di bandiera non e’ in
grado di sopravvivere”. Per Marchi, ”e’ inutile continuare a
spremere le altre parti della filiera, l’Enav, l’Enac, gli
aeroporti per cercare di dare ossigeno ad un malato terminale”.
Un concetto che il sistema degli aeroporti italiani ”non e’
riuscito a far capire a questo governo”. ”Forse se ci fosse
stato nel sistema aeroportuale l’equivalente che nel sistema
autostradale c’e’ con Autostrade, quindi un grande operatore,
forse saremmo stati in grado di far apprezzare meglio gli sforzi
e gli investimenti fatti”.

News Correlate