venerdì, 22 Gennaio 2021

Aeroporto Palermo, esercitazione riuscita

Ieri simulato incidente aereo per testare le procedure di emergenza

Ha funzionato il piano di emergenza aeroportuale messo in atto ieri, allo scalo Falcone-Borsellino di Palermo, nel corso di una simulazione di incidente aereo. L’esercitazione si e’ svolta dalle 11.40 alle 12.46 ed ha coinvolto l’intera macchina di sicurezza e di soccorso, con la chiusura dell’aeroporto. La Gesap ha avvertito la polizia, la quale a sua volta ha allertato Protezione civile e Prefettura. Avvisati poi 118 e servizio di elisoccorso.
L’allarme dalla torre di controllo e’ scattato alle 12.02. A quel punto, Gesap, vigili del fuoco ed Enac si sono sintonizzati su una speciale frequenza radio per conoscere i dettagli dell’incidente simulato: avaria sull’aereo della WindJet Palermo-Milano Linate, con 87 passeggeri a bordo piu’ sei componenti dell’equipaggio. Il veivolo aveva cominciato la manovra di decollo, ma a causa di fumo in cabina aveva dovuto fare di marcia indietro. Il mezzo pero’ non e’ riuscito a raggiungere il parcheggio ed e’ rimasto sul raccordo “tango”, avvolto dal fumo. L’aereo, quindi, ha aperto gli scivoli di soccorso dai quali sono usciti i passeggeri. I primi a intervenire in pista, come previsto, sono stati i vigili del fuoco, per spegnere eventuali incendi. Poi e’ stato il turno della Croce rossa aeroportuale, che ha suddiviso i passeggeri tra illesi, feriti gravi e meno gravi. Il 118, a sua volta, ha mandato da Palermo quattro ambulanze, che sono arrivate con celerita’ e hanno trasportato i finti feriti all’ospedale Cervello. Contestualmente, e’ arrivato anche l’elisoccorso, che si e’ accostato all’aereo e ha portato con se’ un altro ferito, pure al Cervello.

News Correlate