mercoledì, 24 Febbraio 2021

Agriturismo, aumentano del 7,7% le strutture autorizzate

Istat: le aziende offrono servizi differenziati per incrementare e fidelizzare i clienti

Crescono le aziende agrituristiche in Italia, e nel Centro-Sud soprattute quelle autorizzate alla ristorazione. Secondo i dati diffusi dall’Istat, infatti, al 31 dicembre 2004 si rileva la presenza di 14.017 aziende agricole autorizzate all’esercizio dell’agriturismo con un aumento pari al 7,7% rispetto alla precedente rilevazione del 31 dicembre 2003. Complessivamente, la presenza degli agriturismi, sia pure in crescita in tutte le aree, mantiene al Centro Sud la quota del 54,3% del totale nazionale, come nel 2003, a fronte del 45,7% del Nord. La ricettività autorizzata degli agriturismi risulta in crescita sia per il numero di aziende che ospitano sia per i posti letto a disposizione. Complessivamente le aziende autorizzate all’alloggio sono 11.575, pari all’82,6% del totale nazionale degli agriturismi; rispetto al 2003 l’aumento è del 7,5%. I posti letto autorizzati sono 140,7 mila, con un incremento, rispetto al 2003, di 10,5 mila posti (+8,1%). I dati confermano la tendenza delle aziende ad offrire pacchetti completi di proposte, contenenti servizi differenziati, diretti a meglio qualificare l’attività agrituristica legata al territorio in cui è ubicata l’azienda, finalizzati a fidelizzare i clienti e ad incrementare il numero degli ospiti. Inoltre, le aziende autorizzate alla ristorazione sono 6.833 pari al 48,7% del totale degli agriturismi. Rispetto al 2003 si registra un incremento del 10,3%, quindi una crescita rilevante e percentualmente maggiore di quella riscontrata per l’autorizzazione all’alloggio, soprattiutto nel Centro-sud (12,7%). Infine, crescono del 10,8% le aziende autorizzate all’esercizio di altre attività agrituristiche come equitazione, escursionismo, osservazioni naturalistiche, trekking, mountain bike, corsi, sport e varie.

News Correlate