martedì, 27 Luglio 2021

Air Dolomiti, il Cda giudica positivamente l’offerta Lufthansa

“Prezzo congruo” il giudizio sui 14,68 euro per azione

Il cda di Air Dolomiti esprime una valutazione positiva in merito all’ Offerta pubblica di acquisto
obbligatoria lanciata da Deutsche Lufthansa per arrivare al delisting della società, e giudica congruo il prezzo di 14,68 euro per azione. E’ quanto afferma una nota della società, sottolineando come Lufthansa sia già azionista di controllo della società con il 51,922% del capitale sociale. L’ Offerta, secondo il cda che sottolinea come vada tenuto conto del fatto che Kpmg Business Advisory Services l’ abbia già giudicata congrua, ”riflette una valorizzazione adeguata”. E, nello specifico, il corrispettivo comporta una valutazione del capitale economico di Air Dolomiti che tiene conto ”del trend positivo registrato dal titolo dal momento
della quotazione, il 13 giugno 2001, alla data anteriore all’annuncio dell’ Offerta, il 3 aprile 2003, registrando un incremento complessivo del 25% in controtendenza rispetto alla performance del settore (-52%) e dello steso mercato italiano (Mibtel -36%)”. L’ apprezzamento favorevole espresso dal cda di Air Dolomiti
è anche supportato dalla valutazione del difficile scenario di mercato che l’ intero settore del trasporto aereo sta affrontando in questo momento. Citando la guerra in Iraq, l’andamento non positivo delle economie italiana e tedesca nonché l’ epidemia di polmonite atipica, il cda ritiene infatti che ”nel breve periodo questi fattori penalizzeranno la redditività di Air Dolomiti che comunque nel 2003 non potrà
sicuramente raggiungere gli stessi livelli del 2002”. Peraltro, viene segnalato il risultato ante imposte negativo per 6,5 milioni di euro riportato nella relazione trimestrale. ”Il cda condivide quindi le motivazioni industriali dell’Offerente – afferma nella nota -, che consentono di sviluppare ulteriormente la già proficua cooperazione tra Air Dolomiti e Lufthansa, in particolare attraverso il rafforzamento e l’ottimizzazione dell’ attività feeder-de feeder di Air Dolomiti verso gli hub di Lufthansa di Monaco di Baviera e Francoforte”.
Comunque, è la conclusione, Air Dolomiti continuerà ad operare come vettore aereo regionale italiano indipendente contraddistinto da un proprio marchio e con proprie caratteristiche di prodotto.

News Correlate