lunedì, 28 Settembre 2020

Air France, “no comment” su dichiarazioni Lunardi

Il Ministro delle Infrastrutture aveva auspicato cordata italiana per privatizzazione Alitalia

‘No comment’ di Air France alle dichiarazioni del ministro delle infrastrutture italiano Pietro Lunardi secondo cui, in caso di privatizzazione di Alitalia, sarebbe meglio un intervento di una cordata italiana piuttosto che la fusione con Air France. Stesso riserbo anche da parte del ministero dell’Economia e delle finanze francese, che sta attendendo il momento favorevole dei mercati per il secondo round di privatizzazione di Air France. Nei giorni scorsi il ministro dell’Economia e delle finanze Francis Mer ha indicato che le condizioni di mercato non sono ancora favorevoli all’operazione che farà scendere la partecipazione dello stato dal 54,4% al 20-25%. E’ probabile che il governo attenda che le azioni di Air France, attualmente attorno ai 13 euro, superino il prezzo della prima introduzione in borsa nel 1999 che era stato di 14 euro. Secondo fonti informate, la posizione espressa dal ministro Lunardi non ha avuto al momento echi a Parigi. Air France, hanno indicato le fonti, in questo momento è piuttosto in attesa della decisione di KLM se allearsi con Air France, entrando nell’alleanza Sky Team in cui è presente anche Alitalia, o invece scegliere la British Airways che fa parte dell’alleanza Oneworld. La privatizzazione di Air France è destinata a dare alla compagnia di bandiera i mezzi per rafforzare i suoi legami con altre compagnie. L’accordo raggiunto con l’Alitalia nel luglio 2001, che poggia già dall’inizio dell’anno su una partecipazione incrociata del 2%, prevede anche a medio termine una fusione tra le due compagnie.

News Correlate