giovedì, 15 Aprile 2021

Airbus, il lancio dell’A350 deve essere sostenuto dai Governi europei

Francia, Germania, Spagna e Gran Bretagna, che fanno parte di Eads, esamineranno richieste

I ministri dei Trasporti dei Paesi presenti nel capitale di Airbus – Francia, Germania, Spagna e Gran Bretagna – esamineranno ”con uno spirito costruttivo” la richiesta del costruttore europeo di aiuti al lancio dell’ A350 ma al momento non hanno raggiunto alcuna conclusione. Lo ha comunicato il ministro francese Dominique Perben anche a nome dei colleghi al termine di una riunione al salone aeronautico di Le Bourget. ”Airbus ha invitato i quattro governi ad investire in questo programma. Decisioni di questo tipo vengono prese solo dopo un’ analisi dettagliata di tutti gli aspetti. I governi, ha detto Perben, studieranno le proposte di Airbus in uno spirito costruttivo”. Al momento ”non c’ e stata alcuna conclusione”, ha aggiunto il ministro francese precisando anche che entita’ e calendario di un eventuale aiuto ”non erano all’ ordine del giorno”. Poco prima il presidente di Airbus, Noel Forgeard aveva dichiarato che il programma dell’ A380 andra’ avanti anche senza sovvenzioni in quanto i ”soldi per farlo ci sono”. Forgeard aveva anche confermato il lancio industriale del concorrente del 787 Dreamliner di Boeing a settembre. La prima giornata del salone e’ stata positiva per A350 con l’ ordine della Qatar Airways di ‘almeno 60” apparecchi, un contratto valutato a oltre dieci miliardi di dollari. Airbus aveva annunciato di attendersi un centinaio di ordini dell’ A350
durante il salone. Il costruttore europeo ha anche preannunciato un nuovo cliente per il suo superjumbo A380, la ”star” del salone che ha finora ricevuto 144 ordini piu’ dieci opzioni.

News Correlate