lunedì, 6 Febbraio 2023

Albergatori romani ottimisti per agosto

A gonfie vele le prenotazioni dei 5 stelle

Chi crede che la paura possa bloccare
gli irriducibili delle vacanze, si sbaglia di grosso. Certo, i
tempi sono duri, i pericoli crescono, specialmente dopo
l’attentato di Londra, ma in questi casi non c’e’ niente di
meglio di una vacanza. E Roma rappresenta una meta che non perde
appetibilita’ e sembra non risentire delle minacce
terroristiche.
Un sondaggio realizzato negli ultimi giorni dall’Apt (Azienda
di promozione turistica) di Roma tra piu’ di 200 albergatori
della Capitale ha raccolto i dati del mese di luglio e agosto e
le previsioni del periodo settembre-dicembre 2005. E i numeri
sono confortanti.
A riempire gli alberghi, turisti che non badano a spese;
sono, infatti, gli alberghi a 5 stelle ad aver attenuto una
percentuale di occupazione maggiore nel mese di luglio (76,29%),
relegando le strutture piu’ economiche al ruolo di cenerentola
del turismo. Gli alberghi a una stella hanno registrato un
incremento del 45%, ben lontano da quello del 74% delle
strutture a tre stelle.
E le previsioni sembrano confermare questa tendenza. La
maggior parte degli alberghi di lusso accogliera’ nelle sue
stanze il 10% in piu’ degli ospiti nei mesi di settembre e
dicembre, mentre, quelli ad una stella esprimono il loro
pessimismo prevedendo una situazione peggiore di quella gia’ non
molto felice. Nessuna illusione nemmeno per quanto riguarda il
fatturato, in miglioramento per gli alberghi di prima e seconda
categoria e in diminuzione per gli altri. Gli alberghi a cinque
stelle pensano di chiudere il 2005 con un incremento del 76% del
fatturato, e ancor piu’ fiduciosi si dimostrano quelli a quattro
stelle con un incremento previsto del 78%.

News Correlate