lunedì, 10 Maggio 2021

Alberghi inglesi bocciati a tappeto

Il quadro sconfortante dell’associazione “Which”

Resti di unghie di piedi tagliate sul pavimento, mosche morte, formiche che brulicano nella stanza, materassi macchiati, mozziconi di sigarette nel lavandino: benvenuti in un hotel inglese. E’ sconfortante il quadro degli orrori e dei potenziali rischi per la salute rilevati nel corso di visite casuali e a
sorpresa fatte da ispettori dell’associazione per la tutela dei consumatori ‘Which?’ in una serie di alberghi. Gli ispettori hanno preso in esame 20 hotel a Londra e nella localita’ balneare di Blackpool (nordovest dell’Inghilterra). Di
questi, 14 non hanno superato un test di igiene stabilito da un microbiologo indipendente. In un rapporto pubblicato oggi (giovedi’), ‘Which?’ precisa che il prezzo medio di una stanza per notte negli alberghi ispezionati e’ di 80 sterline (circa 115 euro) e che alcuni di quelli che non hanno superato la prova di igiene sono ‘4 stelle’. Sei tra quelli esaminati appartengono a importanti
catene e di questi la meta’ hanno fallito il test. ”E’ sconfortante pensare che una notte trascorsa in albergo puo’ far ammalare”, scrive ‘Which?’ nel rapporto. ”Il livello di batteri trovati in zone chiave di alcune stanze espone a rischi per la salute e gli ospiti di questi hotel potrebbero essersi ammalati attraverso un contagio incrociato”, aggiunge. L’organizzazione dei consumatori suggerisce che gli alberghi dovrebbero essere giudicati anche secondo standard igienici, ma che comunque, anche per essere classificati ‘1 stella’, si
dovrebbe avere un elevato grado di pulizia.

News Correlate