martedì, 20 Aprile 2021

Alitalia, accordo con il personale sardo

La compagnia si impegna a garantire gli attuali livelli occupazionali

Quella di ieri doveva essere l’ultima giornata in cui ad Alitalia era concesso di operare i collegamenti per la Sardegna, in seguito alla decisione del Consiglio di Stato che ha annullato la sospensiva del Tar per la vicenda sulla continuità territoriale. In realtà, ieri a Cagliari e a Fiumicino (per i viaggiatori in partenza per il capoluogo sardo) si sono susseguiti scioperi e conseguenti voli annullati che hanno tenuto centinaia di passeggeri incollati agli schermi video o in fila davanti a biglietterie e banchi check-in per chiedere informazioni su come e quando potevano partire, visto che i terminali segnalavano per tutti i voli della compagnia la parola “cancellato”. In serata, dopo quattro ore di trattativa, è arrivato il verbale di accordo tra sindacati e Alitalia sul futuro occupazionale dei 108 lavoratori sardi della compagnia di bandiera, con il quale la società si impegna “ad adottare tutte le iniziative volte a garantire la continuità nei rapporti di lavoro in essere e gli attuali livelli occupazionali del personale occupato attualmente a Cagliari nell’ambito delle normative vigenti e delle possibili evoluzioni lavorative”. L’intesa ha consentito di sbloccare la paralisi dei voli all’aeroporto di Cagliari-Elmas. Da oggi i passeggeri in possesso di biglietti Alitalia da e per la Sardegna saranno riprotetti su voli AirOne e Meridiana.

News Correlate