giovedì, 25 Febbraio 2021

Alitalia, Anpac e Up verso la fusione

Strategia e azioni comuni per uscrire dalla situazione di impasse

La situazione di Alitalia ”è di estrema gravità e sarà seguita congiuntamente e costantemente dalle due associazioni”: lo dicono Anpac e Up che da oggi sono
unite in un’unica sigla che raggrupperà in totale più di 3.000 piloti di linea, quasi tutti di Alitalia (sui 3.500 complessivi nel settore). In una nota congiunta le due organizzazioni, che si sono impegnate ”a portare avanti strategie e azioni congiunte ai tavoli delle trattative”, rilevano che ”quanto deciso dai piloti acquista valenza strategica ancor maggiore in considerazione delle preoccupanti notizie giunte oggi nel corso del cda Alitalia”. Da ora in poi, i piloti ”si esprimeranno con un’unica posizione nei tavoli di confronto attualmente aperti sia in sede istituzionale che aziendale” si legge nella nota diffusa al termine del secondo convegno nazionale sulla riunificazione della categoria piloti sotto un’unica rappresentanza sindacale. Nel comunicato, Anpac e Up spiegano che ”la commissione congiunta, che per conto delle associazioni sta lavorando all’ambizioso progetto, ha fatto una relazione sullo stato di avanzamento dei lavori che porterà la rappresentanza di oltre 3000 piloti, tra i quali la quasi totalità dei piloti Alitalia, sotto una unica sigla”. I lavori, si legge nella nota, saranno ultimati entro le prossime settimane, e verranno quindi ufficializzate le modalità condivise che porteranno i piloti ad esprimersi attraverso un’unica voce. Gia da oggi, i vertici delle associazioni professionali Unione Piloti ed Anpac si riuniranno ”per determinare strategie ed azioni congiunte atte ad affrontare la grave crisi del trasporto aereo italiano”. Al convegno, sono intervenuti i presidenti di Anpac Comandante Fabio Berti, di Unione Piloti comandante Massimo Notaro, il Segretario Generale di APGA comandante Enrico Ciamei.

News Correlate