mercoledì, 30 Settembre 2020

Alitalia, blocco retribuzioni al vaglio della Commissione di garanzia

Da valutare la conformità agli obblighi di legge e di contratto

La decisioni di Alitalia di congelare gli aumenti contrattuali previsti da gennaio, ”rischia di aggravare la delicata vertenza in corso e potrebbe essere oggetto di valutazione da parte della Commissione”. Lo afferma Giovanni di Cagno, uno dei membri della commissione di garanzia per l’attuazione dello sciopero nei servizi pubblici essenziali. Secondo Di Cagno, la decisione di Alitalia potrebbe essere
oggetto di esame anche ”considerato che le organizzazioni
sindacali sono impossibilitate a reagire con lo sciopero alla
decisione aziendale dato l’imminente inizio del periodo di
franchigia”. ”La Commissione di garanzia – afferma in una nota – che interviene di continuo per la revoca di scioperi non in linea con le previsioni di legge, ovvero sanzionando gli scioperi selvaggi (come per esempio la malattia degli assistenti Alitalia del giugno scorso), deve ora valutare il comportamento aziendale e verificarne la conformità agli obblighi di legge e di contratto”.

News Correlate