lunedì, 2 Agosto 2021

Alitalia, Bonomi punta alla privatizzazione

La compagnia dovrà essere “più moderna, competitiva e credibile a livello internazionale”

Alitalia ”è una compagnia con grandi potenzialità, ma il problema è quello di risvegliare l’orgoglio di appartenenza”. Lo afferma in un’intervista al Giornale, il nuovo presidente di Alitalia Giuseppe Bonomi che auspica, nel giro di tre anni, una compagnia di bandiera ”privatizzata, perché -spiega- il capitale privato è uno strumento di competitività”. L’Alitalia, sostiene Bonomi, dovrà essere possibilmente ”italiana” e ”più moderna, più competitiva e più credibile sul piano interno e internazionale. Non relegata a ruolo di vettore regionale”.

News Correlate