venerdì, 22 Ottobre 2021

Alitalia, Cimoli cerca l’appoggio dei sindacati per la volata finale

Le banche chiedono 550 Mln di risparmi per approvare il Piano

Nella lotta contro il tempo per
evitare il fallimento di Alitalia, il numero uno della
compagnia, Giancarlo Cimoli, chiama a raccolta i sindacati.
”Siamo arrivati fino qua, ora non possiamo far fallire
l’azienda”, ha detto il manager dopo un incontro al ministero
delle Infrastrutture con il sottosegretario Silvano Moffa.
A un giorni dal consiglio di amministrazione chiamato ad
approvare gli aggiustamenti al piano industriale 2005-2008, il
presidente e amministratore delegato ha chiesto ieri un ulteriore sforzo
ai lavoratori per ridurre le perdite, dicendosi ottimista sulla
possibilita’ di trovare un accordo e di ottenere il via libera
dal board.
”In totale – ha spiegato – dobbiamo arrivare a 550 milioni
di risparmi, che e’ quello che ci chiedono le banche”. Gli
aggiustamenti prevedono, infatti, un fabbisogno ulteriore per un
totale di 550 milioni di euro provocato soprattutto dagli
aumenti del prezzo del petrolio. La compagnia sta gia’ mettendo
in campo iniziative di maggiore efficienza per ridurre i costi
mentre altre risorse arriveranno dai requisiti di sistema. ”Si
stanno ancora facendo bene i conti – ha proseguito Cimoli –
quindi dobbiamo aspettare ancora un po’ per sapere esattamente
quanto potremo avere”. Una quota di risparmi, per 60-70
milioni, devono arrivare dal costo del lavoro e proprio per
questo sono in corso trattative tra azienda e sindacati. La
societa’ ha proposto di rinviare gli adeguamenti al tasso di
inflazione e gli scatti di anzianita’; ma soprattutto di
posticipare il pagamento della 14/a mensilita’ del
2006-2007-2008 al triennio successivo rimborsandola poi con
azioni della compagnia. In alternativa, pero’, si e’ detta anche
disponibile a corrispondere ai lavoratori la somma equivalente
alla 14/a mensilita’ attingendola dal Tfr. Una ipotesi sulla
quale i sindacati non ci vedono chiaro e chiedono maggiori
garanzie perche’, spiegano, nelle intenzioni di Alitalia, la
copertura delle somme prelevate dal Tfr avverra’ con gli utili
aziendali.

News Correlate